Honda parteciperà al Mondiale F1!

I giapponesi stanno facendo retromarcia: dopo la Kawasaki che rientra nella MotoGP anche la Honda pare sarà al via nella stagione 2009

I giapponesi stanno facendo retromarcia: dopo la Kawasaki che rientra nella MotoGP anche la Honda pare sarà al via nella stagione 2009

Due mesi di duro lavoro e febbrili trattative. Ma alla fine quell'abile tessitore che risponde al nome di Bernie Ecclestone pare ce l'abbia fatta a mantenere la Honda in Formula 1.

Lo anticipa il quotidiano londinese Times che sostiene che la Honda sarà addirittura in pista, con la macchina nuova, a Silverstone giovedì prossimo.

Al volante ci sarà Jenson Button, riconfermata prima guida della squadra, e come secondo pilota si parla brasiliano: ancora Rubens Barrichello oppure Bruno Senna.

Il responsabile tecnico sarà Ross Brawn, già alla Ferrari, che avrebbe realizzato una nuova vettura che per il momento sarà di colore neutro. Ma trattative ci sono con diversi sponsor: si continua a parlare del gruppo Virgin di Richard Branson, ma la maggior parte degli aiuti arriveranno direttamente dalla Honda e da Ecclestone che ne gestirà gli spazi commerciali.

Dopo il test- presentazione di Silverstone la Honda sarà di nuovo in pista a Barcellona il 9 marzo assieme alle altre squadre, prima di prendere il via per Melbourne che aprirà il mondiale il 29 marzo.

Se vuoi aggiornamenti su HONDA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 27 febbraio 2009

Altro su Honda

Nuova Honda Civic 5 porte 2017 al Salone di Los Angeles
Anteprime

Nuova Honda Civic 5 porte 2017 al Salone di Los Angeles

Honda si prepara a lanciare la versione due volumi cinque porte della rinnovata Civic.

Honda: svelate le novità dedicate al SEMA di Las Vegas
Tuning

Honda: svelate le novità dedicate al SEMA di Las Vegas

Al Sema di Las Vegas protagoniste numerose versioni dell’Honda Civic e del pick-up Honda Ridgeline.

Honda: un milione di auto ecosostenibili entro il 2030
Ecologiche

Honda: un milione di auto ecosostenibili entro il 2030

La Casa dell’Ala punta ad una data più abbordabile per raggiungere l’obiettivo di un milione di vetture attente all’ambiente.