Hamilton ha nel mirino la Red Bull da battere

Per qualcuno è già tempo di bilanci: è il caso di Lewis Hamilton che individua nella Red Bull la monoposto da battere

Hamilton ha nel mirino la Red Bull da battere

di Valerio Verdone

23 marzo 2010

Per qualcuno è già tempo di bilanci: è il caso di Lewis Hamilton che individua nella Red Bull la monoposto da battere

Il secondo Gran Premio stagionale è alle porte, ma per qualcuno è già tempo di bilanci: è il caso di Lewis Hamilton che individua nella Red Bull la monoposto da battere. Il campione anglocaraibico non nasconde una certa preoccupazione quando parla delle vetture austriache e, analizzando le sue dichiarazioni, sembra proprio che queste abbiano messo le ali.

“La Red Bull è terribilmente più veloce di qualsiasi altra monoposto – spiega – sembra quasi che in rettilineo vada il doppio di quanto andiamo noi. L’anno scorso erano già velocissimi, ora sono ulteriormente migliorati, e hanno un vantaggio enorme su tutti gli altri. Dovrebbero essere molto più avanti in classifica”. Poi in riferimento alla gara precedente aggiunge: “Fernando è stato molto veloce in gara, ma la Red Bull era in grado di dare mezzo secondo a giro alla Ferrari“.[!BANNER]

Parole che evidenziano una supremazia importante da parte del team più glamour della F1 e mettono in apprensione i tifosi Ferrari e tutti coloro che vedono nella squadra di Maranello il punto di riferimento per la stagione 2010. Per Hamilton il team del Cavallino Rampante è ancora indietro come prestazioni, mentre la McLaren al momento si trova allo stesso livello della Mercedes. “Siamo più o meno in grado di competere con la Mercedes, forse in Bahrain siamo riusciti a fare un lavoro un po’ migliore rispetto al loro, ma siamo alla stesso livello. Vedremo ora chi riuscirà a migliorare più velocemente nel corso della stagione”.