12 Ore di Sebring: doppietta per Peugeot con la 908 HDi FAP

Una doppietta per Peugeot alla 12 Ore di Sebring, a vincere è stato l’equipaggio formato da Davidson, Gene e Wurz

12 Ore di Sebring: doppietta per Peugeot con la 908 HDi FAP

di Giuseppe Cutrone

23 marzo 2010

Una doppietta per Peugeot alla 12 Ore di Sebring, a vincere è stato l’equipaggio formato da Davidson, Gene e Wurz

La Peugeot l’aveva detto chiaramente: la 12 Ore di Sebring sarà una tappa importante ed estremamente indicativa in funzione della 24 Ore di Le Mans che si disputerà a giugno. Una tappa di avvicinamento e soprattutto di affinamento per il team, per capire cosa c’è da migliorare e dove lavorare al fine di arrivare preparati all’importante corsa francese. Ebbene, sotto questo aspetto, in Peugeot possono stare tranquilli perché la 908 HDi FAP è molto competitiva, tanto da aver chiuso la gara di Sebring in testa ottenendo una doppietta.  

I due equipaggi del team Peugeot-Total hanno infatti occupato le prime due piazze del podio, con la vettura numero 07 affidata alle mani del trio composto dai piloti ex-Formula 1 Antony Davidson, Marc Gene e Alexander Wurz che ha vinto la gara dopo 367 giri percorsi in 12 orre e 54 secondi, seguita a sua volta, staccata di 13 secondi, dalla 908 numero 8 di Bourdais (che ha stabilito il giro veloce percorrendo il tracciato in 1 minuto, 44 secondi e 972 millesimi), Lamy e Minissian. Le Peugeot 908 HDi FAP, partite ai primi due posti della griglia dopo le qualifiche, hanno da subito preso il comando della gara nonostante gli attacchi della Lola guidata dall’italiano Emanuele Pirro nelle fasi iniziali, alternandosi in prima posizione e mostrando una certa superiorità rispetto alle inseguitrici. Le due vetture hanno mostrato una solida affidabilità che ha consentito, nonostante una foratura della numero 8 e un paio di testacoda, di chiudere davanti a tutti staccando di tre giri la Lola-Judd di Mucke, Primat e Fernandez terza classificata. [!BANNER]

Soddisfatti del risultato gli uomini della casa del Leone, con il direttore di Peugeot Sport, Olivier Quesnel, che ha dichiarato: “Siamo venuti a Sebring per verificare la bontà di alcune scelte tecniche e per sottoporre le parti meccaniche della vettura agli stessi stress che dovranno sopportare a Le Mans. Direi che siamo soddisfatti delle risposte ottenute. Oltre ai primi due posti, è importante sottolineare l’affidabilità della 908 HDi FAP. Infatti, sarà proprio l’affidabilità, insieme ai rifornimenti e alla strategia di gara, una delle chiavi per far bene alla 24 Ore”. E proprio Le Mans si conferma nei pensieri fissi del team, come ha spiegato anche uno dei tre piloti protagonisti, l’ex-collaudatore Ferrari Marc Gene: “È una buona preparazione per Le Mans, sia per i piloti sia per il team. La pista di Sebring è un ottimo terreno di allenamento per le insidie che troveremo a giugno sul circuito della Sarthe”.  

Con la doppietta alla 12 Ore di Sebring Peugeot ottiene un primato, portando per la prima volta una vettura francese alla vittoria sul circuito della Florida dal 1952, riuscendo a spezzare l’egemonia delle case tedesche dopo ben 11 anni. Il prossimo appuntamento è quindi per il 9 maggio in Belgio alla 1000 Km di Spa-Francorchamps.

No votes yet.
Please wait...