Ufficiale: Monza avrà il suo GP fino al 2016

E' stato siglato un importante accordo con Ecclestone: per altri 6 anni, ovvero fino al 2016, il campionato GP resterà a Monza

La notizia è di quelle che fanno bene all'automobilismo, agli amanti delle competizioni e anche ai piloti che adorano correre sui circuiti storici: Monza farà parte delle piste su cui correranno i bolidi di F1 per altri 6 anni, vale a dire fino al 2016. Nessun cannibalismo, vero o presunto, con il Gran Premio di Roma, il circuito brianzolo continuerà a far battere i cuori degli appassionati con i suoi tratti veloci e la famigerata parabolica.

Dopo l'incontro con Bernie Ecclestone, la Sias, ovvero la società che ha in gestione l'impianto, ha siglato un accordo con il patron della massima formula, prorogando quello precedente. Così, fino al 2016 nel parco che circonda l'autodromo riecheggeranno le urla dei propulsori di F1 e i tifosi italiani continueranno ad assistere al consueto spettacolo dei motori che va in scena a Settembre.

Quest'anno poi, che la nuova Ferrari sembra avere tutte le carte in regola per conquistare il mondiale, l'appuntamento monzese rappresenta un evento da non perdere.

Se vuoi aggiornamenti su UFFICIALE: MONZA AVRÀ IL SUO GP FINO AL 2016 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 19 marzo 2010

Vedi anche

Alpine A470: ecco le nuove LMP2 per il Mondiale Endurance 2017

Alpine A470: ecco le nuove LMP2 per il Mondiale Endurance 2017

Le "barchette" Alpine n. 35 e 36 dovranno difendere i titoli Costruttori e Piloti LMP2 conquistati nel 2016. Appuntamento a Monza il prossimo weekend.

Formula E: anche DS è fra i costruttori ufficiali

Formula E: anche DS è fra i costruttori ufficiali

Dal 2018 – 2019 l’elenco di Case costruttrici coinvolte in prima persona nel campionato per monoposto elettriche vedrà anche DS Automobiles.

DIRETTA F.1 GP di Melbourne, vince la Ferrari, vince Vettel

DIRETTA F.1 GP di Melbourne, vince la Ferrari, vince Vettel

Dominio rosso con Vettel sulle due Mercedes, Kimi quarto. Sarà un mondiale più equilibrato?