F1: eccessivo il divario tra i vari team

Inesorabilmente più lente rispetto alle scuderie al vertice, le nuove squadre sembrano appartenere a categorie inferiori

Dietro al successo della Ferrari, alla gara da protagonista di Vettel e alla bagarre per le prime posizioni, domenica è andata in scena un'altra corsa, quella dei nuovi team: inesorabilmente più lenti delle squadre di vertice. Un dato parla per tutti: tra la pole position di Vettel e l'ultimo tempo fatto segnare nelle qualifiche di sabato da Chandhok con l'HRT esiste un divario incolmabile di ben 10 secondi. Si tratta di una differenza abissale che fa luce su una situazione oscurata dal ritorno prepotente della Ferrari.

A quanto pare è come se si corressero due campionati, una sorta di serie A e serie B dell'automobilismo, con le monoposto schierate sulla stessa griglia di partenza. Una scelta, voluta dal presidente uscente Max Mosley che rende pericolose le gare e riduce drasticamente il novero dei protagonisti. Infatti, le vetture più veloci si trovano a fare i conti con delle chicane mobili che, oltretutto, sono afflitte da numerosi problemi tecnici di gioventù.

Per citare alcune monoposto che hanno abbandonato la gara prematuramente, ricordiamo la Virgin di Di Grassi, uscita di scena dopo i primi due passaggi, oppure la HRT di Bruno Senna, costretta alle cure dell'estintore dopo 14 tornate. Insomma, un avvio davvero infausto per i nuovi team che ci riporta indietro nel tempo, quando gli uomini della Fota, Montezemolo e Briatore in testa, accusavano i vertici della FIA di volere abbassare drasticamente il livello della F1.

Se vuoi aggiornamenti su F1: ECCESSIVO IL DIVARIO TRA I VARI TEAM inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 17 marzo 2010

Vedi anche

F1, test a Barcellona: Raikkonen e Ferrari davanti alla Mercedes di Hamilton

F1, test a Barcellona: Raikkonen e Ferrari davanti alla Mercedes di Hamilton

Avvincente testa a testa Ferrari – Mercedes: dopo la leadership mattutina di Hamilton, è Raikkonen il più veloce nella seconda giornata di prove.

F1, test Montmelò: Mercedes e Hamilton su tutti

F1, test Montmelò: Mercedes e Hamilton su tutti

Il tre volte campione mondiale apre la seconda giornata di prove nuovamente al primo posto. In seconda posizione c’è la Ferrari di Raikkonen.

Ferrari SF70-H: la nuova monoposto di F1 2017

Ferrari SF70-H: la nuova monoposto di F1 2017

La monoposto Ferrari SF70-H vanta soluzioni aerodinamiche completamente inedite e molto sofisticate per soddisfare i nuovi regolamenti FIA.