F1: inizia il duello in casa Ferrari

Dopo aver riassaporato il profumo della vittoria, per Domenicali il team di Maranello "ha due punte"

Non ci sono ordini di scuderia per ora nel team del Cavallino Rampante e non ci sono gerarchie delineate. Il primo gran premio stagionale ha evidenziato un progetto vincente e due piloti in grado di lottare ai vertici, ma è ancora troppo presto per relegare uno dei due al ruolo di seconda guida.

"La Ferrari ha due punte: l'importante è che ognuno sappia qual è la propria area di movimento perché altrimenti ci si va a scontrare sul dischetto del rigore". E' questo il pensiero di Stefano Domenicali, il Team Principal di Maranello che nelle ore successive alla gara del Bahrain aggiunge: "Alonso è un bicampione del mondo, per lui parlano i numeri. Ed è un pilota che sa indirizzare lo sviluppo della macchina, ma non bisogna sottovalutare le qualità umane, professionali e tecniche di Felipe Massa che non è valutato a sufficienza per quanto ha dimostrato negli ultimi anni".

Insomma, due piloti con caratteristiche diverse con un solo obiettivo: condurre  la F10 alla vittoria. "Sono contento dei nostri piloti - spiega Domenicali - la priorità si chiama scuderia Ferrari: è giusto che uno provi a battere l'altro, sennò non sarebbe la Formula 1, ma le regole sono chiare".

Comunque il risultato del Bahrain deve essere uno stimolo a fare sempre meglio perché la concorrenza è agguerrita e i capovolgimenti in F1, come nel calcio, sono all'ordine del giorno. "E' giusto tenere i piedi per terra. Questo risultato ci fa molto piacere perché dimostra che il lavoro paga. Dovevamo fare una macchina competitiva e abbiamo centrato l'obiettivo. Due mesi fa sembrava tutto finito in serie A, con l'Inter che dominava, invece ora il torneo è riaperto. Così in Formula Uno, dopo una sola gara, non si possono trarre conclusioni trionfalistiche. Gli avversari sono molto, molto vicini. La Red Bull ha fatto la pole position, la McLaren e la Mercedes sono lì".

A quanto pare, da buon italiano, Domenicali ha imparato bene a difendersi per poi attaccare in contropiede con due punte affiatate come Alonso e Massa.

Se vuoi aggiornamenti su F1: INIZIA IL DUELLO IN CASA FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 16 marzo 2010

Vedi anche

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Hayden Paddon al volante della sua Hyundai è stato protagonista di un terribile incidente che ha provocato a morte di uno spettatore.

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il popolarissimo telecronista della F.1 è scomparso ieri a 87 anni nella sua abitazione di Milano. Una vita a tu per tu con l'automobilismo sportivo.

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.