Come è cambiata la Ferrari F10

La nuova “rossa”, la Ferrari F10, si presenta ai nastri di partenza con un vestito profondamente rivisto

Come è cambiata la Ferrari F10

Tutto su: Ferrari

di Valerio Verdone

10 marzo 2010

La nuova “rossa”, la Ferrari F10, si presenta ai nastri di partenza con un vestito profondamente rivisto

Mentre il mondo dei motori è in fibrillazione per il primo gran premio stagionale, le monoposto che hanno percorso più chilometri nei test si sono evolute e si presenteranno in Bharain con sostanziali cambiamenti aerodinamici. Tra queste quella che ha subito una vera e propria trasformazione è la F10 che si presenta alla gara d’esordio con evoluzioni importanti.

Si parte dall’ala anteriore che ha dei flap dalla forma decisamente differente rispetto a quelli montati nel giorno della presentazione e delle paratie laterali di nuovo disegno. Anche la copertura del propulsore è stata ridisegnata nel corso dello sviluppo e si è passati da una soluzione convenzionale a una, in stile McLaren, che si attacca all’ala posteriore formando un corpo unico. Inoltre, sulla fiancata sono comparse tre branchie, per favorire la fuoriuscita di aria calda dai radiatori, posizionate proprio in prossimità dei tubi di scarico. Infine, sono cambiati anche i cerchi che hanno un disegno che imita in parte le appendici lenticolari vietate dal nuovo regolamento.[!BANNER]

Si tratta di dettagli che nel loro insieme possono fare la differenza e aiutare la monoposto del Cavallino a conquistare le vette del mondiale. Di sicuro non saranno le uniche modifiche che vedremo sulla F10 nel corso del 2010 e, molto probabilmente, verranno integrate da altri piccoli accorgimenti aerodinamici che tenderanno a migliorare le performance della “rossa” di gara in gara.