A Button e Hamilton il serbatoio in più non piace

I due piloti di F1 lamentano le nuove disposizioni che impediscono il rifornimento in gara: il serbatoio supplementare appesantisce le monoposto

A Button e Hamilton il serbatoio in più non piace

di Andrea Barbieri Carones

01 febbraio 2010

I due piloti di F1 lamentano le nuove disposizioni che impediscono il rifornimento in gara: il serbatoio supplementare appesantisce le monoposto

I due piloti della scuderia McLaren di Formula 1, Lewis Hamilton e Jenson Button, hanno espresso disappunto sulla decisione della federazione di vietare la possibilità di rifornimento di carburante durante i gran premi.

In particolare, il primo ritiene che in questo modo guidare le monoposto sia più difficoltoso a causa del serbatoio supplementare che appesantirà la macchina di quasi 100 chili (da 710 a oltre 800 kg). Dello stesso avviso il suo compagno di squadra e campione in carica, che ha richiamato l’attenzione sulla maggior difficoltà di tenere in assetto le auto.

“Saremo seduti su un grande masso” ha detto Lewis Hamilton “e su una bomba a orologeria. Ma sapremo prenderci i nostri rischi. Le nuove auto, adesso, faranno più fatica a rallentare anche in caso di uscita di pista, cosa che porterà a collisioni a velocità maggiori con i muri di gomme”. [!BANNER]

“Senza contare – ha aggiunto Button – che quasi 100 kg in più di benzina sono una bomba potenziale, visto che i freni saranno più sollecitati. Ho provato a guidare nel simulatore e ho subito visto che più difficile frenare”.