Briatore riabilitato e risarcito

Il Tribunale di Parigi ha annullato la radiazione a vita dal motorsport per l'ex patron della Renault F1 Briatore. La FIA: "Ricorreremo in appello"

Briatore "batte" FIA uno a zero. O meglio, l'ex gran capo della Renault si è preso la sua rivincita. Oggi pomeriggio, la Quinta sezione del Tribunale di Parigi lo ha riabilitato, accettando il ricorso sollevato da Briatore contro la Federazione Internazionale che nei mesi scorsi, a seguito del clamoroso episodio poi denominato "Crash Gate", ne aveva deciso la squalifica a vita da qualsiasi attività concernente il motorsport.

La sentenza del Tribunale civile, dunque, riabilita Briatore, e gli concede anche 15.000 euro di risarcimento danni (in ogni caso una cifra molto, ma molto inferiore al milione chiesto da Briatore). Anche l'ex Direttore tecnico della Renault F1, Pat Symonds, anch'egli coinvolto nel "Crash Gate" e squalificato per cinque anni, ha visto accolte le proprie ragioni, e ha ricevuto un risarcimento di 5.000 euro.

Ma Briatore il suo D-Day, non l'ha vissuto in prima persona. E' rimasto a Malindi, nella lussuosa località del Kenya a leccarsi le ferite del suo anno horribilis. Un 2009 che gli ha presentato un conto salatissimo. Prima lo scandalo del "Crash gate". Poi la radiazione a vita da parte dei Tribunali sportivi, un atto che gli ha chiuso le porte della F1. In ultimo - ed è storia di pochi giorni fa - l'incendio e la conseguente distruzione della villa di sua proprietà. A Malindi, il resort che ora come ora pare una metafora della sua più recente esistenza.

Va da sé che la FIA presenterà appello. Anzi, i legali della Federazione Internazionale hanno già promesso battaglia. Perché in questo caso si può ben dire che di sportivo ci sia stato ben poco. Specchio della moderna F1 e del sistema manageriale che governa lo sport in generale, a farla da padrone è stato il duello fra gli interessi economici, l'impero costruito in 20 anni giusti dal geometra di Cuneo, da una parte, e una Federazione sportiva - la FIA - che ufficialmente intendeva difendere l'immagine del motorsport.

E vale la pena ricostruire la vicenda, scoppiata in maniera clamorosa l'estate scorsa, con l'annuncio - denuncia da parte di Nelson Piquet Jr che racconta di essere stato convinto, durante il GP di Singapore del 2008, ad andare "volontariamente" fuori strada con la seconda delle Renault per favorire l'allora compagno di team Fernando Alonso e permettergli di vincere il titolo mondiale.

Nelsinho Piquet, dopo diversi mesi dall'episodio, vuota il sacco - solo dopo essere stato licenziato "Per scarso rendimento", è la motivazione ufficiale - se la prende con Briatore e con il Direttore tecnico della Renault F1 Pat Symonds.

La FIA (o meglio sarebbe dire: gli ambienti vicini a Max Mosley, "nemico" di Briatore) ne decide la radiazione a vita da qualsiasi attività sportiva legata all'automobile. E questo, per il geometra di Verzuolo, voleva dire un addio forzato anche alla presidenza del Queens Park Rangers, la squadra di calcio londinese da lui guidata in società con Bernie Ecclestone, in virtù di una Legge inglese (la Fit and Proper) che obbliga i presidenti a mantenere una condotta di vita "pulita", senza alcuna sanzione in qualsiasi altro sport.

Per dire: un danno da decine di milioni di euro. La decisione del Tribunale di Parigi, dunque, appare salomonica. Intanto, dopo l'annuncio ufficiale che la seconda delle Renault F1 nella stagione che inizierà il 14 Marzo è affidata a Robert Kubica, la squadra ha annunciato che il nuovo Team Principal è il 36enne Eric Boullier, proveniente dalla A1GP, dove è stato responsabile dal 2007 al 2009 per il Team France, e dalla GP2.

Se vuoi aggiornamenti su BRIATORE RIABILITATO E RISARCITO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 05 gennaio 2010

Vedi anche

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

Grande battaglia ad Abu Dhabi, ognuno gioca le sue carte, ma Rosberg si aggiudica il Campionato. Strepitoso Vettel!

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

Altra pole di Hamilton, ma Nico continua ad amministrare. Giro capolavoro di Ricciardo, Kimi ancora meglio di Vettel.