Mondiale rally 2017: Citroen pensa alla Svezia

Il team Citroen Total Abu Dhabi WRT ripartirà dal secondo posto conquistato nella Power Stage e dal quinto posto di Montcarlo.

Mondiale rally 2017: Citroen pensa alla Svezia

Tutto su: Citroën C3

di Valerio Verdone

26 gennaio 2017

Il team Citroen Total Abu Dhabi WRT ripartirà dal secondo posto conquistato nella Power Stage e dal quinto posto di Montcarlo.

Dopo tante aspettative il mondiale rally 2017 è partito, finalmente, e la gara di Montecarlo è stata ricca di colpi di scena per via delle situazioni metereologiche avverse, con la testa della corsa rimasta incerta fino alle ultime prove speciali.

Tra i team che lasciano il “Monte” con più rammarico c’è sicuramente quello del Double Chevron, che ha visto le sue C3 WRC uscire subito dai giochi che contano per via di circostanze sfortunate. Infatti, Stéphane Lefebvre è rimasto bloccato nella neve durante le fasi iniziali ed ha bruciato la frizione tentando di ripartire. Per lui, alla fine, la soddisfazione di essersi messo in evidenza conquistando il primo scratch della C3 WRC in PS15 e di aver colto il secondo posto nella Power Stage.

Peggio è andata a Kris Meeke, messo in seria difficoltà da una lastra di ghiaccio nella PS 4, che gli è costata la rottura delle sospensioni. Il pilota britannico, ripartito in Rally2 il sabato, ha perso ancora una ventina di minuti per un problema all’accensione nella PS10, e a fine giornata ha dovuto dire addio alla gara per un banale incidente nel corso di un trasferimento, quando è stato urtato da un’altra auto.

A tenere alto il morale della squadra ci ha pensato Craig Breen, il driver irlandese che, con una WRC della generazione precedente, ha maturato il quinto posto in seguito ad una lotta serrata con Dani Sordo, pagando lo scotto della minor potenza nelle prove finali con fondo più asciutto.

Archiviato l’appuntamento di Montecarlo, il team Citroen Total Abu Dhabi WRT lavora per arrivare al meglio al Rally di Svezia (9-12 febbraio), attraverso una sessione di test di due giorni in Scandinavia, che completeranno il lavoro svolto all’inizio del mese.

“Non dimenticheremo di sicuro questo rally, perché abbiamo imparato cose che ci saranno molto utili nel 2018. Però a breve e medio termine, ci mettiamo questo week-end alle spalle per pensare al futuro. Siamo positivi: per la Svezia ma anche per il Messico e tutte le manche successive. Il Rally di Monte Carlo può essere una corsa crudele, come abbiamo visto in questi giorni. Il nostro obiettivo per questa stagione resta vincere con regolarità”. Ha chiosato Yves Matton, Direttore di Citroën Racing.