F1: la FIA abolisce il trucco delle sospensioni Mercedes

La decisione arriva dopo una richiesta della Ferrari sull’idoneità al nuovo regolamento.

F1: la FIA abolisce il trucco delle sospensioni Mercedes

di Valerio Verdone

04 gennaio 2017

La decisione arriva dopo una richiesta della Ferrari sull’idoneità al nuovo regolamento.

La lotta all’interpretazione del regolamento 2017 inizia a far rumore in F1, in particolare dopo la lettera che la Ferrari ha inviato alla FIA, nello specifico a Charlie Whiting, per capire se fosse lecito o meno il dispositivo idraulico presente nella sospensione anteriore delle monoposto Mercedes già dal 2016.

Grazie a questo stratagemma infatti, le monoposto della Stella hanno potuto beneficiare di una parte anteriore del telaio decisamente più bassa, per poi riportare le altezze a livello regolamentare con l’ausilio di una carenatura. Non è stata da meno neanche la Red Bull sotto questo punto di vista nel 2016, ma, a differenza della Mercedes, ha optato per un sistema meccanico-idraulico e non solamente idraulico come quello delle monoposto di Hamilton e Rosberg.

In pratica, queste soluzioni influiscono sull’aerodinamica, così come il FRIC, poi bandito nel 2014, che la Mercedes utilizzò per connettere le sospensioni anteriori e posteriori. Così, la FIA ha deciso di vietare questi dispositivi per la stagione 2017, in quanto andrebbero a modificare l’aerodinamica e non solo a stabilizzare il telaio quando le monoposto passano sulle sconnessioni dei vari tracciati.

Di conseguenza, Mercedes e Red Bull, dovranno, per forza di cose, intervenire sulle loro monoposto 2017, già progettate con questi dispositivi, e ciò potrebbe essere un vantaggio per la Ferrari, che invece ha deciso di verificare per tempo la loro effettiva idoneità al regolamento della prossima stagione.

Così, inizia già prima della presentazione delle nuove monoposto la sfida tra la Ferrari e le rivali più accreditate alla vittoria del mondiale 2017. Certo, la vera battaglia sarà in pista, soprattutto adesso che è stato dato il via libera ad auto più performanti, ma la strategia in fase di progettazione potrebbe essere fondamentale, e a Maranello vogliono fare le cose per bene.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...