Motori Fiat per la Formula Indy?

Fiat Power Train fra i possibili fornitori della serie monoposto USA

Motori Fiat per la Formula Indy?

di Redazione

11 febbraio 2009

Fiat Power Train fra i possibili fornitori della serie monoposto USA

.

Fiat potrebbe sbarcare negli States già nel 2011, o più verosimilmente nel 2012, attraverso la fornitura di motori nella Indy Racing League da parte di FPT Racing, il reparto motoristico del Gruppo torinese.

Nell’ottica di movimentare un campionato che vede allo stato attuale Honda quale fornitore unico e  definire nuove regole tecniche riguardo lo sviluppo dei motori, la Indy Racing League ha invitato cinque tra i più importanti Gruppi automobilistici a discutere il programma di sviluppo: hanno partecipato, oltre a Fiat Powertrain Technologies, anche Honda Performance Development, Audi, Porsche e Volkswagen.

Una conferma che le trattative con Fiat sono iniziate arriva direttamente da Paolo Martinelli, vice presidente di Fiat Powertrain Technologies: “Lavorare di concerto con i nostri colleghi per aiutare a definire la prossima generazione di IndyCars è stato un processo produttivo ed illuminante che probabilmente avrà risvolti positivi anche negli altri sport motoristici a livello mondiale”.

I nuovi motori destinati alla serie americana dovranno rispettare queste caratteristiche: 2.0 litri 4 cilindri 16 valvole, iniezione diretta, turbo, alimentazione a bioetanolo e dovranno avere una autonomia in pista, in gare ufficiali, per almeno 3.750 miglia.

FPT Racing nel settore dei motori da competizione attualmente è fornitore unico del Campionato Italiano di Formula 3 con il motore 420F3, un 2.0 litri 4 cilindri e 16 valvole capace di generare una potenza massima di 220 CV a 7500 giri/min; ciò spiega l’interesse di Indy verso la Casa italiana.

Questa avventura coinciderebbe con l’interesse di Fiat a rilanciare il marchio Alfa Romeo oltreoceano che, allo scopo, potrebbe essere utilizzato per una squadra corse che rispolverebbe il passato in F1.

No votes yet.
Please wait...