Formula 3: nel 2010 spazio alle "storiche"

Dal Gruppo Peroni Race una categoria che dall'anno prossimo arricchirà il C.I. Autostoriche: le monoposto di F.3 costruite fra il '71 e l''84

Le "moderne" sono affascinanti, performanti, all'avanguardia della tecnica, ma il boom delle "storiche" prende sempre più piede, tanto che non fa nemmeno più notizia che la maggior parte dei rally e delle "salite" sono double face: vecchie e nuove glorie vanno a braccetto, nella stessa gara. Ci sono solo due classifiche separate, ma le modalità di partecipazione e i percorsi sono gli stessi.

Anzi, spesso capita che i raggruppamenti delle "storiche" siano molto più numerosi rispetto alle "moderne". Un esempio fra tutti è il Rally Monte Carlo per vetture d'epoca, che ogni anno richiama centinaia di equipaggi.

In pista, il discorso è un poco differente: le gare per vetture d'epoca sono nate in circuito. E oggi continuano ad essere numerose, seppure vivano di una luce autonoma rispetto alle competizioni per vetture moderne.

In questo senso, la parte del leone viene svolta dalle ruote coperte. Le monoposto, meno numerose, hanno spesso svolto un ruolo più marginale.

Dall'anno prossimo, però, le cose potranno cambiare, con l'organizzazione della Formula 3 Historic Cup, organizzata dal Gruppo Peroni Race e che - secondo le prime notizie - sarà riservata alle monoposto della formula cadetta costruite dal 1971 al 1984 e suddivise in due raggruppamenti, in base alle rispettive cilindrate delle monoposto: F3 di 1600 cc costruite dal 1971 al 1974 e di 2 litri prodotte fra il 1975 e il 1984.

Le gare della Formula 3 Historic Cup saranno sette, e si svolgeranno in concomitanza con gli appuntamenti del Campionato Italiano Autostoriche. Il regolamento, a grandi linee, riprende le normative sportive e tecniche in vigore in Francia e in Gran Bretagna, dove le competizioni per monoposto storiche sono una realtà ben sviluppata da diversi anni.

L'occasione sarà ghiotta per rivedere in gara (per chi ha qualche capello grigio) o per riscoprire (i più giovani) alcune delle vetture che hanno contribuito a portare avanti la Formula 3 e all'affermazione di molti dei piloti che sono, in seguito, approdati in F1: dalle francesi Alpine e Martini alle inglesi Lola, March, GRD, Ralt, Ensign, senza dimenticare le italiane Tecno, per il primo periodo; e, nella varietà di motorizzazioni che caratterizzò l'epoca a cavallo fra gli anni 70 e 80, Toyota e Alfa Romeo (entrambi preparati dall'italiana Novamotor).

Resta allo studio la possibilità di ampliare il parco auto anche alle F3 da 1 litro, formula in vigore fino al 1970, e alle Formula Junior, antesignana della successiva F3, che si disputò dal 1958 al 1963. Tali vetture condividerebbero lo schieramento con le F3 1.6 e 2.0, ma si affronterebbero in una gara e una classifica separate.

Se vuoi aggiornamenti su FORMULA 3: NEL 2010 SPAZIO ALLE "STORICHE" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 21 settembre 2009

Vedi anche

Alpine A470: ecco le nuove LMP2 per il Mondiale Endurance 2017

Alpine A470: ecco le nuove LMP2 per il Mondiale Endurance 2017

Le "barchette" Alpine n. 35 e 36 dovranno difendere i titoli Costruttori e Piloti LMP2 conquistati nel 2016. Appuntamento a Monza il prossimo weekend.

Formula E: anche DS è fra i costruttori ufficiali

Formula E: anche DS è fra i costruttori ufficiali

Dal 2018 – 2019 l’elenco di Case costruttrici coinvolte in prima persona nel campionato per monoposto elettriche vedrà anche DS Automobiles.

DIRETTA F.1 GP di Melbourne, vince la Ferrari, vince Vettel

DIRETTA F.1 GP di Melbourne, vince la Ferrari, vince Vettel

Dominio rosso con Vettel sulle due Mercedes, Kimi quarto. Sarà un mondiale più equilibrato?