F1, Ferrari: la nuova organizzazione del team

Direzione tecnica affidata a James Allison ed ufficio stampa ad Alberto Antonini.

La Ferrari vuole fare di tutto per cambiare il corso degli eventi e ricominciare a vincere, per questo il nuovo Team Principal, Maurizio Arrivabene, ha rivoluzionato l'organigramma della squadra di Maranello. A farne le spese sono stati soprattutto Nikolas Tombazis e Pat Fry, che lasciano il team dopo anni burrascosi.

La responsabilità della nuova monoposto sarà dunque sulle spalle di James Allison, a cui è stata affidata la direzione tecnica. Massimo Rivola sarà a capo della direzione per le attività sportive in F1, mentre Antonello Coletta si occuperà delle competizioni legate alle GT e delle corse clienti.

Nome nuovo nella direzione dell'ufficio stampa che vede l'arrivo di Alberto Antonini: volto noto della TV e della carta stampata e, di conseguenza, gran comunicatore, avrà il difficile compito di veicolare tutte le informazioni relative alla squadra del Cavallino Rampante.

Dunque, dopo l'arrivo di Vettel e di Gutierrez, altri ruoli di spicco all'interno della Ferrari hanno subito cambiamenti decisamente importanti, la speranza è che il team sia pronto per iniziare la nuova stagione con un'altra carica agonistica, ma soprattutto con una vettura all'altezza delle aspettative.

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 17 dicembre 2014

Altro su Ferrari

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli
Motorsport

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali
Anteprime

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali

La Casa di Maranello proporrà 70 colorazioni per ognuno dei 5 modelli in listino

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico
Motorsport

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico

Il team di Maranello torna all’attacco in seguito alle vicende messicane