Santander sponsor Ferrari: Alonso più vicino?

Siglato l'accordo di sponsorizzazione fra Ferrari e Banco Santander, l'istituto che in passato ha sostenuto Alonso. Lo spagnolo è più vicino?

Ufficializzato giovedì scorso a Monza l'accordo di sponsorizzazione tra la Scuderia Ferrari ed il Banco Santander. Lo rende noto la stessa Scuderia del Cavallino, annunciando che il Banco Santander dal 2010 sarà uno degli sponsor più importanti della squadra per i prossimi cinque anni.

Un accordo da 40 milioni di euro all'anno per la Scuderia, con una buona aggiunta, circa 30 milioni di euro, da distribuire a pioggia tra le province di Monza, Milano e Como. Monza si aggiudicherà la fetta più grande, di circa 15 milioni, mentre per Milano sono pronti 9 milioni e per Como 3,2.

"Siamo molto felici di poter avere un nuovo partner come Santander, con cui iniziamo una collaborazione molto importante e a lungo termine - ha dichiarato il Presidente Luca di Montezemolo -. Ci sono valori che ci accomunano, come la ricerca dell'eccellenza, la passione per la competizione, la vocazione internazionale e, non da ultimo, il colore rosso. Tali valori renderanno questa partnership fruttuosa e nota in tutto il mondo".

L'accordo prevede la presenza del logo e del marchio Santander sulla monoposto, sulle tute dei piloti e sulla divisa della squadra. L'istituto di credito era già in F.1 e sponsorizzava la McLaren, alla quale aveva portato Alonso.

"Io comunque nomino i dirigenti del Banco Santander - ha commentato il presidente Emile Botin - i piloti li sceglie Montezemolo. Certo mi piacerebbe Alonso alla Ferrari, è per me il miglior pilota in assoluto. Questo accordo è comunque un'alleanza tra due squadre vincenti, è un giorno importante per la F.1 e per centinaia di appassionati nel mondo. La Ferrari è un simbolo molto più che una semplice auto, e tra le cose che ci accomunano il colore rosso e la passione per le cose fatte bene".

Ancora Montezemolo:"Si tratta di un accordo importante con una banca europea tra le prime al mondo". Ma è anche un ritorno alle origini. Montezemolo ha ricordato che fu il Banco di San Geminiano di Modena a finanziare Enzo Ferrari tanti anni fa: "Oggi è comunque importante avere uno sponsor internazionale perché il 90% delle vendite di Ferrari sono all'estero".

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 11 settembre 2009

Altro su Ferrari

Ferrari 488 GTB by Liberty Walk
Tuning

Ferrari 488 GTB by Liberty Walk

Dal Giappone arriva un’interessante interpretazione della Ferrari 488 GTB firmata dal tuner Liberty Walk.

Ferrari J50: 10 esemplari solo per il Giappone
Anteprime

Ferrari J50: 10 esemplari solo per il Giappone

Una fuoriserie per celebrare i 50 anni del Cavallino Rampante nel paese del Sol Levante.

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli
Motorsport

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.