Formula E: il "circus" elettrico parte da Pechino

Il prossimo sabato debutta nella capitale cinese il primo campionato mondiale disputato con monoposto elettriche da competizione.

Spark-Renault SRT_01E Formula E

Altre foto »

Il Mondiale di Formula E - la competizione riservata alle monoposto elettriche - è ormai alle porte: sabato 13 settembre infatti sventolerà la bandiera a scacchi che darà il via all'atteso e nuovissimo campionato "ecosostenibile"  che debutterà  sull'inedito circuito cittadino di Pechino che si snoda  intorno all'imponente stadio olimpico della Capitale cinese.

Il Mondiale FIA Formula E vedrà come protagoniste 40 monoposto elettriche, affidate a 20 piloti suddivisi in 10 squadre, le quali dovranno affrontare nella loro prima sfida un difficile tracciato lungo 3,44 km, composto da  20 curve. Al nuovo campionato parteciperanno nuove e vecchie glorie dell'automobilismo sportivo internazionale, tra cui il "nostro"  Jarno Trulli, l'ex campione di Formula 1 forte di 256  Gran Premi disputati. Non mancherà  la partecipazione femminile, con la presenza della connazionale Michela Cerruti, la giovane e promettente  pilota romana, proveniente dai campionati  Auto GP e Superstar Series.

Alcuni degli altri temibili concorrenti sono i brasiliani Lucas Di Grassi (Audi Sport ABT), Nelson Piquet Jr (China Team), Bruno Senna (Mahindra Racing), senza dimenticare  il francese Nicolas Prost e lo svizzero Sébastien Buemi  ( E.Dams Renault). Quest'ultimo viene considerato il favorito nella prima gara, a causa degli ottimi risultati registrati nel corso degli ultimi test effettuati lo scorso agosto. Il calendario del campionato prevede 10 gare - anche se una deve essere ancora definita -  in altrettanti città sparse per il mondo: Pechino (Cina), Putrajaya (Malesia), Punta del Este (Uruguay),  Buenos Aires (Argentina); Miami (USA), Los Angeles (USA), Principato di Monaco, Berlino (Germania), Londra (Gran Bretagna).

Le auto utilizzate in questa competizione sono tecnologiche e sofisticate Spark-Renault SRT_01E : si tratta di monoposto  dotate di  trazione elettrica in grado di sprigionare una potenza di ben 200 KW (270 CV), scaricati sull'asse posteriore tramite l'utilizzo di un cambio di tipo sequenziale dotato di cinque rapporti. L'elevata potenza unita ad una massa complessiva mantenuta entro la soglia degli 888 kg permette a questo tipo di monoposto di coprire lo scatto da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi. L'unica vera differenza che separa questo tipo di vetture dalle altre monoposto dotate di propulsori tradizionali è il "sound", considerato piuttosto ridicolo per un'auto da competizione.

 

 

Se vuoi aggiornamenti su RENAULT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 11 settembre 2014

Altro su Renault

Motor Show 2016: in anteprima la nuova Renault Twingo GT
Eventi

Motor Show 2016: in anteprima la nuova Renault Twingo GT

La nuova edizione sportiva della piccola "tuttodietro" è stata sviluppata da Renault Sport: porta in dote 110 CV e un nuovo appeal estetico.

Renault e Dacia: tutte le novità al Motor Show di Bologna 2016
Anteprime

Renault e Dacia: tutte le novità al Motor Show di Bologna 2016

Il Gruppo francese sarà presente al Motor Show di bologna 2016 con tre diversi stand dedicati ai brand Renault e Dacia e ai modelli Renault Sport.

Renault Kadjar HYPNOTIC 110 CV EDC: la prova su strada
Prove su strada

Renault Kadjar HYPNOTIC 110 CV EDC: la prova su strada

L' allestimento speciale la rende ancora più originale nel design, ma ciò che colpisce è la sua facilità di utilizzo nella vita di tutti i giorni.