GP Singapore: Vettel inarrivabile, Alonso secondo

Nell'unico Gran Premio in notturna Vettel trionfa senza rivali. A podio anche Alonso e Raikkonen, entrambi autori di una rabbiosa rimonta.

L'impiantistica emiliana, che riesce a dar luce all'unico GP che si corre al buio, non è bastata per "illuminare" a Singapore la pur brillante prestazione del ferrarista Alonso e dell'ex (e futuro) ferrarista Raikkonen, entrambi meritatamente sul podio.

Davanti a loro un "marziano", campione del mondo in carica, che è riuscito a dominare in ogni momento questa gara, dalle prove, alla corsa, al record sul giro. Sebastian Vettel, così si chiama il marziano della Red Bull, è sempre stato al comando della gara, anche nelle situazione di cambio gomme, anche coll'intervento della Safety Car che ha ridotto a zero il suo margine di vantaggio.

Ripartito a testa bassa, rifilando due secondi al giro agli inseguitori, si è posto di nuovo al comando, in una posizione inattaccabile. Ed ha portato, a sei gare dalla fine del mondiale, il suo distacco su Alonso, in classifica, a ben 60 punti!

La rimonta rabbiosa, che i dirigenti della Ferrari avevano promesso da Spa, dai circuiti più veloci, non è arrivata. Ed il mondiale, come si può ben capire, ormai se ne è andato. A meno che Vettel non rinunci a partire nelle prossime gare...

Al via il solo Rosberg è riuscito a mettergli le ruote davanti, ma solo per la prima curva. Alla seconda Vettel era già in testa e cominciava a mollare secondi su secondi sugli inseguitori. Bene al via anche Alonso che si insediava al terzo posto, dove sembrava poter rimanere a lungo.

Ma l'intervento della Safety Car al 25° passaggio per l'uscita di strada di Ricciardo rivoluzionava tutte le strategie. Alonso entrava al volo ai box per cambiare gomme e rientrava in pista al quinto posto, mentre Vettel ricominciava la fuga a colpi di due secondi a tutti. Tanto da arrivare a guadagnare quasi mezzo minuto, che gli permetteva al 44° passaggio di entrare ai box, cambiare gomme il soli 2"8, mantenendo la prima posizione.

Poi, con quel treno di gomme Super Soft che aveva risparmiato nelle prove si è di nuovo involato, mettendo in agitazione gli uomini del muretto che non sapendo come dirgli di andare più piano gli hanno balenato problemi di vibrazione ai freni...

Con Rosberg e Webber ai box Alonso è ritornato secondo, ed è stato bravo a portare alla fine la sua vettura senza ricorrere a un previsto cambio gomme. Alle sue spalle è arrivato uno scatenato Raikkonen, che alla faccia di un terribile dolore alla schiena si è inventato un incredibile sorpasso all'esterno ai danni di Button.

Ancora un pilota a muro, questa volta alla curva 7. Si è trattato di Di Resta ma questa volta, essendo nella via di fuga, non è stato necessario scomodare la Safety Car.

Così mentre Vettel si involava per la sua terza vittoria consecutiva a Singapore, e il podio si colorava di rosso Ferrari (presente e futuro) assistevamo alla crisi di motore di Webber, che prima con sbuffi di fumo e poi con fiamme non riusciva a concludere la gara.

Tre campioni del mondo sul podio, un Vettel raggiante e implacabile, un Alonso autore di una ennesima prova positiva (2° dalla quarta fila), e Raikkonen pure (3° dalla 13° posizione in griglia.

Lo spagnolo rimane un mito per i suoi inseguimenti. Ma quest'anno ha a che fare con un marziano. Bisognerebbe istituire una classifica a parte. Così Alonso e la Ferrari (eliminando Vettel) sarebbero  campioni del mondo.

Se vuoi aggiornamenti su GP SINGAPORE: VETTEL INARRIVABILE, ALONSO SECONDO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 23 settembre 2013

Vedi anche

Alpine A470: ecco le nuove LMP2 per il Mondiale Endurance 2017

Alpine A470: ecco le nuove LMP2 per il Mondiale Endurance 2017

Le "barchette" Alpine n. 35 e 36 dovranno difendere i titoli Costruttori e Piloti LMP2 conquistati nel 2016. Appuntamento a Monza il prossimo weekend.

Formula E: anche DS è fra i costruttori ufficiali

Formula E: anche DS è fra i costruttori ufficiali

Dal 2018 – 2019 l’elenco di Case costruttrici coinvolte in prima persona nel campionato per monoposto elettriche vedrà anche DS Automobiles.

DIRETTA F.1 GP di Melbourne, vince la Ferrari, vince Vettel

DIRETTA F.1 GP di Melbourne, vince la Ferrari, vince Vettel

Dominio rosso con Vettel sulle due Mercedes, Kimi quarto. Sarà un mondiale più equilibrato?