Citroën C-Elysée e Loeb alla conquista del WTCC

La recente berlina della Casa francese pilotata dal 9 volte campione di Rally cercherà di conquistare il prossimo campionato mondiale di turismo.

Citroën C-Elysée e Loeb alla conquista del WTCC

di Francesco Donnici

26 luglio 2013

La recente berlina della Casa francese pilotata dal 9 volte campione di Rally cercherà di conquistare il prossimo campionato mondiale di turismo.

A quasi un anno dall’annuncio del debutto nel campionato WTCC (World Touring Car Championship), Citroen ha svelato la vettura con la quale tenterà di conquistare il titolo iridato 2014 del già citato campionato mondiale, dove vengono impiegate le auto proveniente dalla grande serie. La vettura in questione è la Citroen C-Elysée, nuova “world car” della Casa francese dedicata ai mercati emergenti che nella prossima edizione del campionato mondiale turismo verrà pilotata dal mitico Sebastian Leob, il nove volte campione del mondo di rally che recentemente ha fatto registrare un nuovo record nella difficile competizione della Pikes Peak.

>> Guarda le immagini ufficiali della Citroën C-Elysée

Rispetto alla versione di serie da cui deriva, la Citroen C-Elysée WTCC  mantiene solo le forme della carrozzeria, mentre aerodinamica, freni,sospensioni e propulsore sono frutto della massima espressione sportiva della Casa del Double Chevron.

Meccanicamente la vettura sfrutta il compatto e potentissimo motore 1.6 litri turbo, già impiegato sulla Citroen DS3 WRC pilotata da Loeb. Questa unità sviluppa una potenza di 380 CV (237.8 cavalli/litro) e 400 Nm di coppia, scaricati tramite una trasmissione sequenziale a sei rapporti sulla trazione anteriore, coadiuvata a sua volta da un differenziale autobloccante meccanico.

La vettura sfrutta sofisticate sospensioni di tipo MacPherson su tutte le ruote, accoppiate ad [glossario:ammortizzatori] regolabili e monta speciali cerchi da 18 pollici. Grazie all’abbondante uso di materiali compositi, il peso risulta di appena un 1100 kg con il pilota a bordo, mentre le numerose e generose appendici aerodinamiche hanno fato aumentare le dimensioni della vettura, rispetto alla variante di serie, fino a quota 4,57 cm di lunghezza e 195 cm di larghezza.

Il comparto freni è invece composto da dischi ventilati da 380 mm con pinze a quattro pistoncini per le ruote anteriori e dischi ventilati da 300 mm con pinze a due pistoncini per quelle posteriori, mentre il bilanciamento della frenata è regolabile direttamente dall’abitacolo.

No votes yet.
Please wait...