Toyota rinuncia ad organizzare il GP del Giappone

A causa del deficit di bilancio Toyota rinuncia ad organizzare il GP del Giappone 2010 al Fuji. Unica alternativa Suzuka, di proprietà Honda...

Ma cosa sta succedendo nel settore motoristico giapponese da qualche tempo a questa parte? Prima l'abbandono clamoroso della Honda che ha lasciato il materiale in mano a Ross Brawn. Ora si parla dello stop della Kawasaki in Moto GP... ma l'ultima della serie è la Toyota che rinuncia  all'organizzazione del Gran Premio del Giappone 2010 sul circuito del Fuji.

La scuderia nipponica, nella politica di riduzione dei costi dovuta alla crisi economica internazionale, ha deciso di non organizzare la gara del prossimo Mondiale di Formula 1. A fine maggio un portavoce della Toyota aveva smentito le indiscrezioni di stampa che riportavano appunto la rinuncia al GP. Oggi invece è arrivata la conferma ufficiale con una nota del presidente del circuito Hiroaki Kato.

"Ci dispiace dover abbandonare per il momento - ha dichiarato il presidente - ma l'attuale situazione economica non ci permette di continuare con l'organizzazione della gara di F.1. Continueremo a fare dello sport automobilistico con gare di  F. Nippon e Super GT".

Il Gp del Giappone era stato ricollocato alle spalle del Fujiyama da due anni a questa parte, con un contratto triennale. Nel 2007 la vittoria era andata a Lewis Hamilton sotto un diluvio universale, mentre l'anno scorso il vincitore era risultato Fernando Alonso, che aveva ben approfittato di un gran caos alla prima curva.

Sembra che l'organizzazione della gara, secondo fonti inglesi, sarebbe venuta a costare dai 12 ai 18 milioni di Sterline, in un momento in cui, le previsioni per il 2010, parlano di un deficit per la Toyota di 5,5 miliardi di sterline... E bisognerà vedere ora come si comporterà la Honda, alla quale appartiene il circuito di Suzuka, unica reale alternativa in Giappone, per l'organizzazione della gara del 2010.

Se vuoi aggiornamenti su TOYOTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 07 luglio 2009

Altro su Toyota

Toyota C-HR, elogio della personalità
Ultimi arrivi

Toyota C-HR, elogio della personalità

Estetica "da prototipo", doppia motorizzazione che strizza l’occhio all’ibrido e trazione integrale. La crossover-coupé giapponese sguinzaglia le proprie armi con doti dinamiche sorprendenti.

Toyota: nel 2020 una nuova gamma elettrica extended range?
Ecologiche

Toyota: nel 2020 una nuova gamma elettrica extended range?

Rumors dal Web indicano che il colosso giapponese svilupperà, in tempo per le Olimpiadi di Tokyo, una gamma zero emissioni ad autonomia elevata.

Toyota GT86: continua il Playground Tour
Eventi

Toyota GT86: continua il Playground Tour

Il 5 novembre l’appuntamento di Milano