F1, Bahrain: Vettel trionfa davanti alle Lotus

Il campione tedesco domina in solitaria la prova del Bahrain.

Ha storto il  naso il buon Kimi Raikkonen quando sul podio del Bahrain ha dovuto brindare ad acqua di rose, il ward locale privo di gradazione alcoolica... Ma non doveva essere insoddisfatto dell'ennesima seconda piazza che lo ha portato a dieci punti dal leader della classifica, l'irraggiungibile Vettel autore ancora una volta di una gara magnifica, in solitaria. Con un tal margine sugli avversari da permettersi il giro più veloce alla fine, superando di due secondi il suo giro precedente...

L'unico avversario che ha trovato sulla sua strada, per soli sette giri, è stato un arrembante Alonso che aveva tutte le carte in regola per battersi per la vittoria. Ma ci si è messo di mezzo il DRS, il dispositivo dell'ala mobile posteriore, che si è "incantato" alla massima apertura, costringendo il ferrarista ad entrare due volte ai box, con i meccanici che a pugni hanno bloccato l'ala chiusa. Ma da questo momento il dispositivo, fondamentale per i sorpassi, non ha potuto più essere usato e Alonso è stato bravissimo ad agguantare l'ottavo posto, grazie a una Ferrari che era lo stesso abbastanza veloce in rettilineo.

E già che parliamo di Ferrari non resta che accennare a Massa che, partito con gomme dure  navigava nelle prime posizioni, ma è stato costretto a due soste supplementari ai box per cambiare la ruota posteriore destra per due volte andata in frantumi. Ed ora alla Pirelli stanno cercando di capire se, per il primo caso, si tratta di una "delaminazione" mentre per il secondo, con un taglio sul fianco del battistrada, si ipotizzava un contatto con un altro concorrente.

E' stato comunque il Gran Premio del Bahrain, che sembrava problematico per via della solita contestazione locale, un GP combattutissimo con piloti che se le sono date di santa ragione, sorpassi al limite, toccatine da brivido anche tra compagni di squadra. Se le sono date i due della McLaren, con un Perez scatenato che ha costretto il compagno Button a richiedere via radio, al suo box, di intervenire in questa battaglia fratricida.

Si è difeso col coltello tra i denti il poleman Nico Rosberg, che per certe difese ad oltranza, certi cambiamenti repentini di traiettoria, ci ha ricordato quel funambolo del padre Keke che guidava la F.1 come un kart. E sono  andati decisi anche Hamilton e Grosjean autori di rincorse positive, e di sorpassi al limite.

Detto di Vettel, che ora guida il Mondiale con 77 punti, dieci di vantaggio su Raikkonen, bisogna sottolineare la positiva prova di squadra delle Lotus, entrambi a podio, esattamente come lo scorso anno, con Raikkonen secondo e Grosjean terzo.

C'è da dire che la strategia migliore (Vettel a parte che ha fatto tre soste come la maggioranza) è stata quella delle due soste di Raikkonen e Paul Di Resta ottimo quarto a fine gara. Nell'ombra un Hamilton solo quinto in finale, davanti a uno scatenato Perez e a Webber che avrebbe voluto festeggiare in miglior modo il suo 200° Gran Premio.

Terminata la prima fase oltreoceano la F1, con qualche settimana di calma, approderà in Europa per la quinta gara della serie, in terra di Spagna. Lì è atteso Alonso da tutti i suoi tifosi, ma anche dei tifosi di Maranello. Il difetto del DRS, mai verificatosi prima d'ora, sarà vagliato a  fondo.  Ma, sfortuna a parte, la Ferrari sarà  certamente la  vettura da battere.

Se vuoi aggiornamenti su F1, BAHRAIN: VETTEL TRIONFA DAVANTI ALLE LOTUS inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 22 aprile 2013

Vedi anche

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

Grande battaglia ad Abu Dhabi, ognuno gioca le sue carte, ma Rosberg si aggiudica il Campionato. Strepitoso Vettel!

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

Altra pole di Hamilton, ma Nico continua ad amministrare. Giro capolavoro di Ricciardo, Kimi ancora meglio di Vettel.