Peugeot RCZ Racing Cup, il test drive a Imola

Abbiamo provato sul circuito di Imola la Peugeot RCZ CUP e la nuova RCZ 2013 stradale nelle motorizzazioni benzina 200 cavalli e turbodiesel 163 cv.

Peugeot RCZ CUP, in pista a Imola

Altre foto »

Peugeot RCZ Racing Cup 2013 ci ha svelato tutto il suo potenziale tra le curve dell'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Protagonista della seconda edizione del Trofeo RCZ Racing Cup, la novità del reparto Peugeot Sport si è aggiornata rispetto alla scorsa stagione nell'estetica, nell'aerodinamica e nella meccanica, ora con una potenza scaricata a terra di 260 cavalli. Prima di indossare tuta e casco abbiamo conosciuto la pista di Imola a bordo della nuova Peugeot RCZ 2013, testata nelle motorizzazioni diesel 2.0 HDI FAP 163 cavalli e benzina 1.6 THP 200 CV.

Peugeot RCZ 2013, la prova in pista

Il sole splende su Imola e le due Peugeot RCZ 2013 sono pronte a mostrarci cosa sanno fare tra I cordoli di un circuito. Nell'attesa di salire a bordo osserviamo le novità apportate con il restyling 2013. Al frontale arriva l'inedita presa d'aria nero lucido, i nuovi proiettori dall'immagine più dinamica e due file di LED con funzione di luce diurna. Per gli amanti della personalizzazione Peugeot offre tre diverse tinte per il colore degli archi (alluminio di serie e in opzione color Sabbia e Nero opaco), due nuove vernici metallizzate - rosso Erythrée e Marrone Guaranjia - e tra i cerchi in lega debutta il modello Technical Grey da 19 pollici.

>> Guarda le immagini della Peugeot RCZ Racing Cup in pista ad Imola

Ora però è il momento di uscire dalla corsia box e di testare la Peugeot RCZ 2013 in pista. Nonostante la motorizzazione diesel, la RCZ 2.0 HDi se la cava bene tra le curve del tracciato imolese. I 163 cavalli e 340 Nm di coppia massima permettono di non dover lavorare troppo con il cambio e l'assetto preciso consente traiettorie pulite. Veloce entrata ai box e ci ritroviamo alla guida della RCZ 1.6 THP 200 cavalli. La prima sorpresa arriva dal rumore dello scarico. Grazie al Sound System di serie la RCZ "suona" in maniera corposa. Rispetto alla versione diesel troviamo barra di torsione inferiore specifica, pivots di diametro maggiorato all'avantreno e dischi freni anteriori ventilati da 340x30 mm. L'impianto frenante abbinato allo Spoiler posteriore attivo, regolabile in due posizioni in base alla velocità di percorrenza, regalano alla Peugeot RCZ un grande equilibrio in ogni staccata. I 200 cavalli assicurano uno scatto da 0 a 100 km/h in 7.5 secondi e una velocità massima di 235 km/h.

Peugeot RCZ Racing Cup 2013

Scesi dalla RCZ stradale siamo pronti per provare le stesse emozioni vissute dai piloti che parteciperanno al Trofeo RCZ Racing Cup 2013. La coupé da gara francese è spinta dalla motorizzazione quattro cilindri 1.6 turbo ad iniezione diretta con pistoni e bielle specifiche per le corse. Grazie alla nuova mappatura della centralina la potenza è salita di 10 cavalli e la coppia massima di 10 Nm, arrivando ad un totale di 260 cavalli a 6.500 giri/min e 300 Nm a 3.500 g/m. La trasmissione è affidata ad un cambio sequenziale a 6 rapporti con comandi elettroattuati al volante, abbinato ad un differenziale autobloccante meccanico a sei dischi.  L'impianto frenante prevede dischi da 350 mm all'anteriore e 290 mm al posteriore, mentre l'assetto monta Ammortizzatori specifici Peugeot Sport e poggia su pneumatici Pirelli 245/65 (slick o rain) con cerchi in lega Speedline da 18 pollici. Completamente svuotata nell'abitacolo la RCZ Racing Cup pesa solamente 1040 kg e la sicurezza è garantita dal roll-bar saldato, dall'impianto di estinzione elettrico, dal sedile monoscocca compatibile con il collare Hans e dalle cinture Sparco a sei punti d'ancoraggio.  A completare la dotazione ci pensa il cofano in fibra e l'alettone posteriore regolabile.

Test drive Peugeot RCZ Racing Cup

Indossata tuta ignifuga e casco, il veloce briefing con l'ingegnere di pista è l'ultimo passo prima di testare la Peugeot RCZ Racing Cup in pista. Mentre ci ritroviamo incollati al sedile da gara ci vengono spiegati tutti i comandi per gestire l'assetto, le varie mappature della centralina Magneti Marelli, cosa servono i tasti sul volante e la procedura per partire;  "premi contemporaneamente tasto verde e paddle del cambio, piede sulla frizione  e hai ingranato la prima". Se la frizione non sarà un problema (si usa solo in partenza), mi viene ricordato che l'impianto frenante non ha il servofreno e l'abs;  se non voglio finire nelle vie di fuga sarà il caso di "pestare" con violenza ad ogni staccata.

Il pilota alla mia destra dice che siamo pronti per partire: mi aspettano tre giri in uno dei circuiti più belli del Mondo. A bordo è impossibile comunicare;  lo scarico da 70mm non nasconde nessun decibel e il motore grida fino a 6.500 giri. Affrontiamo il Tamburello e capiamo il potere delle gomme slick: la RCZ è incollata al suolo. Dopo la variante Villeneuve siamo pronti per la staccata della Tosa. I freni da 350 mm fanno il loro dovere e scaliamo due marce puntando a tutta velocità verso la Piratella, dove ci attende uno scollinamento  a tutto gas che punta il cofano della Peugeot verso il cielo. Dopo la sensazione di vuoto provata in staccata ci aspettano le due curve delle Acque Minerali . Sfruttando al massimo il secondo cordolo  chiamiamo in causa tutti i 260 cavalli a disposizione e saliamo verso la chicane della Variante Alta. Ora è il momento di affrontare la leggendaria curva Rivazza. Con il rischio di scomporre la vettura a causa della ripida discesa (e di vedere troppo da vicino l'abbondante via di fuga)  ci attacchiamo ai freni  e ci dirigiamo  alla seconda Rivazza. Ne usciamo un po' scomposti ma il traguardo è sempre più vicino. Gas in fondo e superiamo di slancio i 200 km/h con la staccata del Tamburello che si avvicina molto velocemente, pronti a percorrere altre due giri prima di rientrare ai box.

Trofeo RCZ Racing Cup 2013

Organizzato dalla società LPD, il Trofeo RCZ Racing Cup 2013 si disputa all'interno del Campionato Italiano Turismo Endurance (Cite) e si articola su 14 gare in 7 weekend.  Iscriversi al campionato costa 1.800 euro  comprensivi di abbigliamento ignifugo, mentre il prezzo della Peugeot RCZ Racing Cup pronto corsa  è di 54.900 euro+iva. Con un montepremi complessivo di 84 mila euro, il vincitore del Trofeo RCZ Racing Cup si porterà a casa una Peugeot RCZ stradale e una produzione speciale di due soli orologi Quartodimiglio Drago Racing Cup.

Se vuoi aggiornamenti su PEUGEOT RCZ inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Simonluca Pini | 17 aprile 2013

Altro su Peugeot RCZ

Peugeot RCZ R Bimota al Motor Bike Expo di Verona
Tuning

Peugeot RCZ R Bimota al Motor Bike Expo di Verona

Dalla collaborazione con la famosa Casa motociclistica riminese nasce questa speciale RCZ R capace di offrire performance da auto da pista.

Peugeot RCZ R, la prova su strada
Prove su strada

Peugeot RCZ R, la prova su strada

Test drive in strada e su pista al volante della RCZ R, coupé da 270 cavalli realizzata da Peugeot Sport.

Peugeot RCZ Racing Cup Replica: tutta da guidare
Anteprime

Peugeot RCZ Racing Cup Replica: tutta da guidare

Un modello unico per celebrare le vittorie alla 24 Ore del Nurburgring e nei vari campionati.