Porsche 911 RSR 2013, la sportiva va di corsa

La Casa teutonica svela tutti i segreti della 911 RSR 2013, vettura da competizione che sarà impiegata nella GT Endurance e nella 24 ore di Le Mans.

Porsche 911 RSR 2013, la sportiva va di corsa

di Francesco Donnici

29 marzo 2013

La Casa teutonica svela tutti i segreti della 911 RSR 2013, vettura da competizione che sarà impiegata nella GT Endurance e nella 24 ore di Le Mans.

Porsche ha svelato le prime immagini correlate dai dati ufficiali della nuova 911 RSR 2013, variante da corsa della mitica sportiva di Zuffenhausen, studiata e sviluppata per competere in occasione della  GT Endurance World Championship (WEC) e nella 24 Ore di Le Mans.

Basata sulla settima generazione della Porsche 911, la nuova RSR è stata sviluppata dal reparto Motorsport della Casa teutonica che ne ha affinato le qualità corsaiole grazie a numerosi interventi tecnici, meccanici ed aerodinamici. Esteticamente, la 911 RSR tradisce la sua vocazione di auto pensata esclusivamente per le corse, come dimostrano le numerose appendici aerodinamiche di cui è dotata, tra cui il grande alettone posizionato nella zona posteriore. L’abitacolo della vettura è stato spogliato di tutto il superfluo, il cruscotto e la consolle centrale sono stati sostituiti con nuovi elementi costruiti con materiali leggeri e resistenti, mentre i finestrini sono ora in policarbonato.

>> Guarda le immagini ufficiali della Porsche 911 RSR 2013

Sotto il cofano della vettura “batte” un sei cilindri boxer da 4.0 litri in grado di sprigionare 460 CV gestiti da un nuovo cambio sequenziale da competizione dotato di sei rapporti e paddle al volante. Gli ingegneri hanno inoltre studiato una canalizzazione dell’aria inedita che ha permesso di montare il radiatore nella parte centrale della zona anteriore della vettura in modo da renderlo ancora più efficiente rispetto alla precedente versione. Anche l’handling è stato migliorato, grazie alla sostituzione delle sospensioni anteriori MacPerson con un nuovo schema a quadrilatero, mentre il pannello anteriore e quello posteriore vantano un nuovo sistema a sgancio rapido, in modo da permetterne la sostituzione in pochi secondi.

No votes yet.
Please wait...