FIA-FOTA: pace fatta

FIA e FOTA si accordano: le attuali regole in vigore fino al 2012. E Mosley non si ricandiderà. Manor, Campos e US F1 le novità del Mondiale 2010

Era una delle ipotesi che avevamo anticipato. Ed era la più logica alla fine, quella che accontenta tutti (o quasi), crea meno danni anche per il pubblico che ha assistito per lunghe settimane a un tira e molla che con lo sport dell'automobile poco ha che vedere. E così, al termine di una mattinata intensa, la montagna ha partorito il topolino...

La Federazione Internazionale dell'Automobile (Fia) e l'associazione dei team di Formula 1 (Fota) hanno raggiunto un accordo che fa tramontare l'ipotesi di un Mondiale alternativo nella stagione 2010, che le otto squadre della Fota erano già pronte a preparare. Si disputerà quindi un solo campionato sotto l'egida della Fia.

L'intesa è stata raggiunta a Parigi, dove si è svolto il Consiglio Mondiale della Federazione presieduta da Max Mosley. Alla riunione ha preso parte anche Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari e della Fota. La Fia ha deciso di non toccare le attuali regole in Formula 1, che saranno tenute in vigore fino al 2012.

Un successo completo da parte della Fota, e della Ferrari, che aveva tenuto duro sino alla fine costringendo alla resa, e anche alla fuga, "mad" Max che in molti volevano addirittura esautorato di tutte le sue prerogative, segnatamente della capacità di legiferare anche nel settore tecnico, ribaltando le regole del gioco.

Così Max Mosley ha promesso che non si ricandiderà alla presidenza della FIA, ad Ottobre quando verranno rinnovati i vertici dell'organizzazione. Lo ha annunciato a Parigi, tornando sui suoi passi dopo la ridda delle smentite che si sono succedute sui quotidiani inglesi in queste ultime ore.

"Non mi ricandiderò, ora c'è la pace. Ci sarà un Mondiale di Formula 1 , l'obiettivo è tornare in due anni ai livelli di spesa dell'inizio degli anni '90", ha detto Mosley nella conferenza stampa congiunta con Bernie Ecclestone, detentore dei diritti commerciali del circus, e Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari e della Fota. "Sono felice, ha prevalso il buon senso", ha commentato Ecclestone.

Vedi anche

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Hayden Paddon al volante della sua Hyundai è stato protagonista di un terribile incidente che ha provocato a morte di uno spettatore.

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il popolarissimo telecronista della F.1 è scomparso ieri a 87 anni nella sua abitazione di Milano. Una vita a tu per tu con l'automobilismo sportivo.

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.