Formula E: a Roma si correrà un Gran Premio

Con la candidatura presentata in Campidoglio Roma è la prima città capitale europea ad ospitare una gara del nuovo campionato di Formula E.

Fallito qualche tempo fa il progetto per ospitare un Gran Premio di Formula 1, la città di Roma riprova ad affacciarsi alle competizioni motoristiche di alto livello e lo fa puntando sul "verde".

Roma è stata infatti la prima capitale europea a candidarsi per ospitare una gara di Formula E, il nuovo campionato per veicoli elettrici voluto dalla FIA che prenderà il via nel 2014 con la sua prima stagione che prevede dieci appuntamenti in altrettante città, tra cui Parigi, Londra, Copenhagen, Rio del Janeiro e Miami, dividendo le tappe tra cinque località europee e cinque nel resto del mondo.

A supportare il progetto del gran premio capitolino, già presentato in Campidoglio, è stato anche il presidente dell'ACI, Angelo Sticchi Damiani, mentre parere favorevole è arrivato da Alejandro Agag, CEO di Formula E Holdings, la società che organizzerà la competizione, che ha indicato quello di Roma come uno dei circuiti più belli del nuovo campionato.

Il tracciato romano che ospiterà il GP di Roma di Formula E dovrà essere omologato dalla FIA e dalla CSAI ed è lungo circa tre chilometri. Il percorso cittadino è stato selezionato nella zona compresa tra Caracalla, dove avverrà la partenza, il Circo Massimo e il Colosseo e promette di assicurare spettacolo al pubblico, grazie a un misto di lunghi rettilinei in cui le monoposto elettriche potranno scaricare a terra tutta la loro potenza e ad alcune curve impegnative che, oltre a spezzare il ritmo, chiameranno i piloti a delle impegnative staccate al limite.

In occasione della presentazione del progetto avvenuta nei giorni scorsi la Capitale ha avuto un primo assaggio della Formula E grazie all'esibizione di un prototipo guidato dall'ex pilota di F1 e collaudatore Pirelli Lucas Di Grassi, che ha descritto le caratteristiche delle nuove monoposto alla cui realizzazione collaborerà la McLaren.

Il pilota brasiliano ha spiegato che: "Le macchine avranno un'accelerazione da 0 a 100 km/h di 2,4 secondi e una velocità massima di 220 km/h. La batteria del prototipo attuale ha un'autonomia (alla massima velocità) di 25 minuti ed è formata da 3 blocchi, ognuno composto da 200 celle per una potenza di 30 kw/h".

Per quanto riguarda la Formula E, il regolamento prevede la presenza in griglia di partenza di dieci squadre, ognuna delle quali schiererà due piloti e avrà a disposizione quattro vetture. Il formato prevede per ogni appuntamento due sessioni di prove libere la mattina, seguite dalle qualifiche (caratterizzate da un sistema ad eliminazione che vedrà in pista due piloti per volta) e dalla gara, che avrà una durata di circa un'ora con in mezzo due pit-stop (previsto anche un cambio auto) e si disputerà in serata. Nel pomeriggio è in programma una pausa di due ore necessaria a ricaricare le batterie delle monoposto.

Voluto dal presidente della FIA, Jean Todt, il campionato di Formula E si annuncia allettante anche dal punto di vista strettamente economico, con premi in denaro complessivi che consisteranno in 4.000.000 euro per il pilota e in 2.000.000 euro per la squadra.

Se vuoi aggiornamenti su FORMULA E: A ROMA SI CORRERÀ UN GRAN PREMIO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 04 dicembre 2012

Vedi anche

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

Grande battaglia ad Abu Dhabi, ognuno gioca le sue carte, ma Rosberg si aggiudica il Campionato. Strepitoso Vettel!

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

Altra pole di Hamilton, ma Nico continua ad amministrare. Giro capolavoro di Ricciardo, Kimi ancora meglio di Vettel.