Sempre più Italia in Formula 1: iscritta anche la N.Technology

La squadra italiana N.Technology presenta la propria candidatura per il Mondiale F.1 2010. Intanto Mosley rifiuta le richieste della FOTA

Nonostante l'influenza gigantesca della Ferrari, che sul suolo italiano raccoglie la maggioranza  dei consensi, in questa Formula 1 sempre più caotica altri elementi tricolori si fanno notare. E' il caso della registrazione, da parte di Bernie Ecclestone, del marchio Gran Premio di F.1 di Roma, che si potrebbe disputare sui vialoni dell'EUR già dal 2011.

Alla FIA intanto è arrivata anche un'altra iscrizione al prossimo Mondiale da parte di un team tricolore. Pare si tratti della N.Technology di Mauro Sipsz che fino ad ora ha fatto correre vetture a ruote coperte nel WTCC, dalla Alfa alle Honda, e poi solo recentemente le piccole monoposto della Formula Master.

La candidatura della N.Technology sarebbe appoggiata da capitali e imprenditori stranieri, e già si fa il nome di Laurent Eric Lelay, il presidente di Eurosport, la televisione che trasmette in diretta il Mondiale WTCC. Per quel che riguarda la parte tecnica i motori sarebbero Cosworth e le trasmissioni della X-Trac.

A questo punto resta da vedere che deciderà Mosley, che entro il 12 Giugno dovrà far sapere quali iscrizioni saranno accettate per il Mondiale 2010. Oltre ai nove team della FOTA, che si sono iscritti con riserva, ci sono richieste da parte di Williams, Campos, USF1, Lola, Prodrive, Superfund gestito dal pilota Alex Wurz, March, Epsilon e forse Brabham, oltre alla N.Technology.

Mosley nel frattempo ha già espresso il suo totale disaccordo in una intervista alla rivista svizzera Motorsport Aktuell, esternando per la prima volta il suo pensiero sulle "riserve" della FOTA: "Facciamo le regole da 60 anni e vogliamo continuare a farle", ha detto e, riferendosi alle richieste dei top team "Sono irrealistiche. Inoltre  la firma di un nuovo Patto della Concordia prima del 12 Giugno è assolutamente impossibile perché l'intesa è stata trovata troppo tardi. Parlare poi di riduzione dei costi sullo yacht di Flavio Briatore, che ironia!".

Se vuoi aggiornamenti su SEMPRE PIÙ ITALIA IN FORMULA 1: ISCRITTA ANCHE LA N.TECHNOLOGY inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 04 giugno 2009

Vedi anche

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il popolarissimo telecronista della F.1 è scomparso ieri a 87 anni nella sua abitazione di Milano. Una vita a tu per tu con l'automobilismo sportivo.

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.

Dakar 2017, si conclude con il trionfo Peugeot

Dakar 2017, si conclude con il trionfo Peugeot

Storica tripletta per la 3008DKR nella difficile maratona motoristica