F1: Alonso è pronto per Montecarlo

Il pilota spagnolo suona la carica: “sono completamente d’accordo con il Presidente, tocca a noi”.

F1: Alonso è pronto per Montecarlo

di Valerio Verdone

24 maggio 2012

Il pilota spagnolo suona la carica: “sono completamente d’accordo con il Presidente, tocca a noi”.

Il GP di Monaco è sempre una gara difficile, piena di colpi di scena per via della mancanza di vie di fuga, dove l’aerodinamica non è così importante come nelle altre tappe del mondiale. Per questo la Ferrari è ottimista e punta forte su Fernando Alonso che in quanto a grinta e qualità di guida non è secondo a nessuno.

Il pilota di Oviedo è sempre carico e adesso che si trova in prima posizione nella classifica piloti, vede rosso, ed è più motivato che mai: per questo ha accolto con plausibile fervore le parole di Luca di Montezemolo che ultimamente ha scritto una lettera aperta al team di Maranello. “Sono completamente d’accordo con il Presidente, tocca a noi. Se facciamo un buon lavoro per migliorare la vettura e renderla più veloce, abbiamo una possibilità, ma se non lo facciamo e non siamo abbastanza veloci, allora non riusciremo mai a vincere il campionato quest’anno”.

Tornando alla gara, Fernando non ha dubbi che sia una delle più affascinanti del campionato. “La pista è il fattore meno importante del Gran Premio di Monaco, dato che tutto ciò che ruota attorno ad esso riveste un’importanza maggiore. A tutti noi piace vincere proprio per questo, perché vincere almeno una volta nella tua vita qui a Monaco è qualcosa che viene ricordato per sempre”.

Detto questo, bisogna pensare alla classifica e a fare bene per rimanere in alto e soddisfare le attese di tutti i tifosi del Cavallino. “Speriamo di riuscire a fare una buona gara qui e ottenere quindi i punti necessari per accogliere le nostre speranze per il campionato. Si potrebbe sognare anche un po’ di più e prendere in considerazione la vittoria: se così fosse, saremo davvero molto felici, in primo luogo perché è da molti anni che la Ferrari non vince a Monte Carlo e, da un punto di vista personale, potrei diventare l’unico pilota a vincere qui per tre squadre diverse“.