Williams sospesa. La FOTA prepara un piano alternativo da proporre a Mosley

Più tetti di spesa in cambio di un nuovo Patto della Concordia il piano alternativo più probabile della FOTA. Che intanto ha sospeso la Williams

Siamo agli sgoccioli, ma la partita tra la FOTA, l'associazione dei teams di Formula 1 e la FIA di Mosley non è ancora finita. Anche perché, subito dopo il GP di Monaco sono cambiate alcune cose. La più importante è che la Williams, dopo aver sottoscritto un documento assieme a tutte le altre squadre nel quale si chiedeva a Mosley di recedere dalle nuove norme per il 2010, si è iscritta al Mondiale senza dir niente a nessuno.

Ovvero, Frank Williams sostiene di aver scritto una lunga lettera a Montezemolo per spiegare questa decisione che appare incoerente rispetto al documento firmato poche ore prima. Sta di fatto che i team manager, riunitisi al solito Sofitel di Heathrow martedì mattina per prima cosa hanno sospeso la Williams dalla appartenenza alla FOTA, almeno provvisoriamente.

"La decisione della FOTA è spiacevole, ma comprensibile - ha ammesso Frank Williams - ma noi siamo un'azienda il cui unico commercio è la F.1 e abbiamo degli impegni verso i nostri partner e i nostri impiegati. In più siamo obbligati legalmente nel quadro del nostro contratto con Ecclestone (FOM) per i diritti commerciali e con la FIA a partecipare al campionato del mondo fino al 2012".

Una volta che i rappresentanti della Williams sono usciti dalla riunione, gli altri teams hanno definito nei dettagli il piano alternativo da offrire a Mosley per eliminare il tetto del budget di 44 milioni di euro. Nessuno ha voluto essere esplicito su queste richieste alternative, ma sembra probabile che, rimanendo anche le squadre convinte che si debbano diminuire i costi, si sia rivisto in primis il budget cap.

L'idea era già stata lanciata, ed era quella di portare questo tetto a 100 milioni, magari sostituendo il tetto totale con tanti tetti, uno per ciascuna area di spesa, magari congelando per un anno i motori. Ma altrettanto importante per le squadre è la certificazione di questi budget, che avverrebbe direttamente da loro attraverso la società Deloitte considerata il supervisore più competente e imparziale della commissione voluta da Mosley.

In cambio Mosley dovrebbe essere disposto a siglare il nuovo Patto della Concordia che lo vincolerebbe a non cambiare regole fino al 2012 e rassegnarsi a svolgere un ruolo di arbitro. E c'è stato qualcuno che avrebbe chiesto addirittura la testa del presidente alla elezioni di Ottobre...

Se vuoi aggiornamenti su WILLIAMS SOSPESA. LA FOTA PREPARA UN PIANO ALTERNATIVO DA PROPORRE A MOSLEY inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 28 maggio 2009

Vedi anche

Guida autonoma in pista: incidente nella prima gara

Guida autonoma in pista: incidente nella prima gara

La prima gara sperimentale tra due prototipi a guida autonoma si è conclusa con un incidente contro le barriere.

Formula E: DS Virgin Racing in rimonta a Buenos Aires

Formula E: DS Virgin Racing in rimonta a Buenos Aires

Il team DS Virgin Racing ha dimostrato di essere molto competitivo nonostante non sia riuscito a portare a Casa il risultato.

Formula 1 2017: svelata la nuova Williams FW40

Formula 1 2017: svelata la nuova Williams FW40

In vista dell'inizio della stagione di Formula 1, la Williams ha diffuso alcune foto della nuova monoposto 2017.