Honda CR-Z: ecco la versione racing

Anteprima della CR-Z in chiave motorsport. Debutterà a luglio nel Super GT giapponese. Allestita da M-TEC, sarà gestita da Mugen.

Honda CR-Z: ecco la versione racing

di Francesco Giorgi

06 febbraio 2012

Anteprima della CR-Z in chiave motorsport. Debutterà a luglio nel Super GT giapponese. Allestita da M-TEC, sarà gestita da Mugen.

Per lungo tempo i pareri degli appassionati si sono divisi sulla reale utilità del motorsport in relazione alle novità tecnologiche da trasferire, una volta collaudate sui campi di gara, nella produzione di serie. Da alcuni anni, la situazione si è invertita. Lo sviluppo delle tecnologie di bordo, infatti, nasce sui modelli stradali e si trasferisce nelle corrispondenti versioni racing.

E’ il caso delle soluzioni di alimentazione eco friendly, in special modo per i modelli a propulsione ibrida, che si affacciano timidamente nel settore delle competizioni sportive (un esempio su tutti: la Porsche 911 GT3 R Hybrid 2.0, che ha debuttato alla 24 Ore del Nurburgring 2011).

In questi giorni, Honda fa parlare di sé con la succulenta anticipazione della CR-Z in configurazione racing. Una serie di render della coupé ibrida, infatti, stanno facendo il giro del Web, per mostrare agli appassionati la configurazione (ancora “provvisoria”, va detto) della futura arma Honda per le gare in pista.

La CR-Z che viene mostrata in anteprima è destinata all’impiego nelle gare del Super GT giapponese, serie animata dalle coupé del Sol levante e che, fra i vincitori 2011, annovera l’italiano Ronnie Quintarelli, che ha riportato il successo finale nella GT500.

Secondo le prime indiscrezioni “captate” nel Web, la Honda CR-Z in versione Japan Super GT viene sviluppata in collaborazione con M-TEC , mentre l’impiego in pista avverrà sotto la gestione del Team Mugen: un “crisma” di ufficialità, quindi.

Per il momento, le anticipazioni si fermano qui. Più avanti si potrà sapere di più sulla “ibrida da corsa” made in Honda, il cui debutto in pista è previsto per il prossimo luglio, in concomitanza con l’inizio della seconda parte del campionato 2012.

Possiamo, in ogni caso, supporre che la configurazione derivi dalla concept CR-Z Mugen presentata in anteprima lo scorso luglio al Goodwood Festival of Speed, e che a sua volta ha dato origine alla CR-Z Mugen RR e alla CR-Z iCf Mugen.

Riassumiamo in breve le caratteristiche della coupé. La meccanica, grazie alla rimappatura dell’Ecu e all’impiego di un nuovo sistema di alimentazione centrifuga, è stata portata da 124 a 175 CV complessivi (sommando la potenza del 1.5 a benzina con la piccola unità elettrica). Dal lato aerodinamico, la vettura si segnala per l’ampio utilizzo di carbonio al corpo vettura e alle appendici (cofano anteriore, porte, portellone posteriore, sottoscocca ed estrattore inferiore, splitter anteriore e largo spoiler posteriore, larghi codolini passaruota), sospensioni regolabili e cerchi in lega da 18″ (che nell’impiego previsto per la Japan Super GT potrebbero essere ancora più ampi), impianto frenante potenziato con pinze a quattro pistoncini.

No votes yet.
Please wait...