GP Spagna: vince Rosberg, terzo Vettel

Sul circuito del Montmelò il pilota della Mercedes coglie il primo successo stagionale. A podio la Ferrari di Vettel.

Lo aveva promesso ai microfoni di Sky il giovedi prima della gara: "Farò la pole e vincerò la corsa". Non male come previsione per il biondino finlandese/tedesco ma residente a Montecarlo che sinora ha preso solo sberle dal suo compagno di squadra.

Ma Nico Rosberg, figlio d'arte di un padre simpatico e arrogante, ha ereditato un carattere meraviglioso e non si è certo abbattuto. E quando si è calato la visiera del casco è riuscito a esprimere al meglio tutta la sua classe.

Atmosfera molto tesa per questo via al Montmelò, pista dove si arriva alla prima staccata dopo un rettilineo di ben 750 metri, che ha visto non poche volte incidenti sin dai primi giri. Sia Lauda che Toto Wolff incrociavano le dita ricordando che comunque si trattava di due professionisti, che avrebbero fatto del loro meglio.

All'accendersi del verde Rosberg non sbagliava nulla e si infilava sicuro nella prima curva seguito da un Vettel che riusciva a sistemare la sua Ferrari tra le due Mercedes, mentre Raikkonen non ce la faceva a infilare un velocissimo Bottas.

Con Rosberg che pian piano si distanziava era prevedibile una bella sfida tra Vettel e Hamilton, soprattutto quando al primo pit stop il negretto perdeva un paio di secondi più del necessario.

In crisi le Toro Rosso che si erano comportate così bene nelle prove. E subito fermo Fernando Alonso che arrivava lungo a sua volta ai box travolgendo il meccanico che stava davanti all'auto con il cavalletto. "Ho avuto un problema ai freni - chiarirà subito dopo- ma mi sembra che la McLaren stia migliorando".

Allo scadere della metà gara tutti si chiedevano quale strategia si sarebbero inventati a Maranello per dare una mano a Vettel, che resisteva caparbiamente a Hamilton. Soluzione non facile visto che la Mercedes del moretto cominciava a spingere sempre più forte.

Non si è trovato niente di meglio che aspettare il 41 giro per montare sulla Ferrari di punta pneumatici duri per rispettare una strategia di due stop come quella che stava facendo Hamilton, mentre per Raikkonen erano previste gomme morbide.

Giro 46: Rosberg con largo margine di vantaggio monta il suo ultimo treno di pneumatici inseguendo Hamilton che con gomme dure sta facendo una gara bellissima. Qualcuno parla già di una splendida follia: ma ce la può fare Hamilton a terminare la gara con queste gomme? Interpellato il boss della Pirelli Paul Hembery sospira e alza gli occhi al cielo...

Ma non credono ai miracoli nel box tedesco e al 51° passaggio chiamano Hamilton e montano gomme morbide. Rosberg si invola inseguito dal compagno che infila una serie ormai inutili giri veloci. Vettel cede leggermente ma mantiene la posizione mentre Raikkonen non ce la farà in extremis a superare Bottas.

Così ancora una volta la F.1, approdata sulle piste della vecchia Europa, mantiene questi valori ben definiti. Vettel è ancora sul podio, ma taglia il traguardo con 40 secondi di svantaggio rispetto a Rosberg. Maurizio Arrivabene non è affatto soddisfatto. Bisogna ancora migliorare. E adesso arriva Montecarlo, la pista di casa di Rosberg.

Se vuoi aggiornamenti su GP SPAGNA: VINCE ROSBERG, TERZO VETTEL inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 11 maggio 2015

Vedi anche

Rally di Roma Capitale: vince Scandola

Rally di Roma Capitale: vince Scandola

Il pilota della Skoda trionfa davanti ad Andreucci e a Basso.

Gran Premio Nuvolari 2016: vittoria per Vesco-Guerini

Gran Premio Nuvolari 2016: vittoria per Vesco-Guerini

L'equipaggio Vesco-Guerini ha vinto il Gran Premio Nuvolari 2016 conquistando la sua sesta vittoria nella competizione per auto storiche.

DIRETTA F.1 GP DI SINGAPORE: Rosberg torna in testa

DIRETTA F.1 GP DI SINGAPORE: Rosberg torna in testa

Nico vince con autorità e si riporta in testa al Campionato. Bella gara di Ricciardo e delle due Ferrari.