GP di Spagna: il poker di Jenson Button

Quarta vittoria di Jenson Button nel GP di Spagna. Ferrari sfortunata: guasto per Raikkonen e il quarto posto di Massa sfuma nel finale

Quinto Gran Premio della stagione, quarta vittoria di Jenson Button, seconda doppietta della Brawn nel GP di Spagna. Questa in sintesi la situazione nel Mondiale Formula 1 al rientro sulle piste europee, e alla vigilia di Montecarlo.

Con una Ferrari leggermente in crescita e una McLaren in crisi, con un Lewis Hamilton nono ma addirittura doppiato. Così Button, aiutato da una gran macchina, e con una strategia "giusta" di due sole soste, va a 41 punti davanti a Barrichello che ne ha 27 e Vettel 23.

Felipe Massa e Kimi Raikkonen hanno solo 4 punticini a testa: nel Mondiale Costruttori la Brawn ha 68 punti (qualcuno ha fatto notare che in sole cinque gare ha fatto più punti della Honda in due anni...) davanti alla Red Bull che ne ha 38,5 e alla Toyota con 26,5. La Ferrari punti 6.

Sembra chiaro che alla Brawn lo stratega Ross abbia fatto le sue scelte, quella cioè di favorire Button, leader della classifica, per il quale ha modificato in corsa la strategia passando dalle tre soste previste alle due soste, strategia che si è dimostrata poi quella vincente, mentre il povero Rubens Barrichello, che pur era al comando della gara dopo una partenza strepitosa, ancora si chiede perché quel cambio di strategia non sia stato fatto su di lui...

C'era  molta attesa per la partenza, con Button e Vettel in prima fila, ma dietro Barrichello e soprattutto Massa che aveva a disposizione il Kers, che poteva essere un'arma in più nel momento dello stacco. In effetti il Kers della Ferrari ha ben funzionato, ma "Paperino" Barrichello è stato ancor più veloce schizzando al comando davanti al compagno di squadra Button e a Massa, che è pur partito bene.

Vedi anche

GP di Melbourne, QUALIFICHE: la Ferrari è in agguato!

GP di Melbourne, QUALIFICHE: la Ferrari è in agguato!

Qualifiche molto belle, la Rossa c’è, gap ridotto dalla Mercedes. Questa F.1 tutta fisicità piace, perché fa sudare i piloti e perché va tanto forte!

F1 2017: parte un mondiale tutto nuovo

F1 2017: parte un mondiale tutto nuovo

Domenica a Melbourne si inizia a fare sul serio con la prima gara del 2017

Rally: in Messico vince la Citroen

Rally: in Messico vince la Citroen

Kris Meeke è il re del Sud America ma Ogier diventa leader del mondiale con il secondo posto