F1, Abu Dhabi: Vettel ko, trionfa Hamilton su Alonso

Il campioncino tedesco esce di scena per una foratura e lascia spazio ad Hamilton e Alonso, rispettivamente primo e secondo.

McLaren MP4-26 2011

Altre foto »

Con il GP di Abu Dhabi, "sold out", cioè tutto esaurito per quel che riguarda i biglietti (si parla di 50 mila presenze), penultima prova del Mondiale F.1, la stagione del GP va verso la conclusione, stancamente. Rimane il solo GP del Brasile a Interlagos, ma ormai tutto o quasi è stabilito: dominatore  tra i piloti è stato Vettel, tra le squadre la Red Bull.Rimane solo l'incognita di chi si piazzerà alle spalle del tedeschino, lotta aperta a tre, Alonso, Webber e Button.

La notizia, per la gara degli Emirati, è la non vittoria di Vettel, che pur partiva dalla pole, che aveva già raggiunto il record delle pole position detenuto da Mansell, e si stava avviando a battere il record delle vittorie stagionali realizzato da Schumacher. Ma questa volta la gara dell'alfiere della Red Bull è durata solo tre curve...poi Vettel è volato fuori inspiegabilmente e si è ritrovato con il pneumatico posteriore destro completamente afflosciato, finito poi distrutto per raggiungere, in quello stato, il suo box. "Puncture rear right" aveva appena urlato via radio ai box. E quando vi è arrivato zoppicante, su tre ruote, i meccanici si sono subito resi conto che era finito fuori uso anche il porta mozzo, e la gara era finita lì.

Da parte del pilota black out con la stampa. Silenzio anche dalla Pirelli, che sono ore dopo in un comunicato stampa ha parlato di foratura, e conseguente rottura della sospensione. Non è che i nostri telecronisti si siano sforzati più di tanto a cercare una ragione vera. Solo uno dei tecnici ha spiegato che più che una foratura poteva trattarsi di una "stallonatura" in una fase della gara nella quale le pressioni dei pneumatici, destinate a crescere, erano ancora molto basse. Altri hanno parlato di errore umano, di quel pilota abituato a partire subito a "cannone" per prendersi un certo margine di vantaggio, che aveva esagerato andando con la ruota posteriore in appoggio fuori dal cordolo, dove si trovava un piccolo avvallamento. La verità non la sapremo mai.

Con Vettel fuori gara Hamilton non perdeva l'occasione di schizzare al comando, che manterrà per tutta la corsa, senza la minima sbavatura. Alonso, partito bene come quest'anno sta facendo quasi sempre, ha resistito all'inizio a Button e anche lui ha mantenuto la posizione. Anzi ha fatto di più, ha cercato di avvicinarsi alla McLaren fuggitiva con una diversa strategia, facendo un paio di giri in più prima di sostituire i pneumatici. Ma anche questa furbizia estrema non è servita, e il ferrarista si è dovuto accontentare di un onorevole secondo posto.

Button, con problemi al Kers ha lottato ruota a ruota con Webber, ma per sua fortuna l'australiano, pur al volante di una vettura competitiva, non è più riuscito a mantenere il suo passo. Dietro di loro l'altro ferrarista Massa, che si è lamentato di una mancanza di competitività della sua monoposto che montava la vecchia ala anteriore, e poi della solita cronica mancanza di grip quando ha montato le gomme più dure, situazione che lo ha portato anche a un testacoda finale. Buone le prestazioni di Rosberg, che rifilava mediamente mezzo secondo al giro al suo compagno Schumacher, e dei due della Williams, Barrichello e Maldonado, risaliti dalle ultime file a posizioni di centro.

Ora le squadre resteranno qualche giorno ad Abu Dhabi per una serie di prove libere. Al volante della Ferrari ci sarà il giovane Jules Bianchi, ma su altre vetture ci saranno altri piloti, tra i quali tre italiani. Poi tutti in volo per S.Paolo del Brasile, ultima tappa di questo Mondiale che parla solo, ancora, maledettamente tedesco.

Se vuoi aggiornamenti su F1, ABU DHABI: VETTEL KO, TRIONFA HAMILTON SU ALONSO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 14 novembre 2011

Vedi anche

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

Grande battaglia ad Abu Dhabi, ognuno gioca le sue carte, ma Rosberg si aggiudica il Campionato. Strepitoso Vettel!

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

Altra pole di Hamilton, ma Nico continua ad amministrare. Giro capolavoro di Ricciardo, Kimi ancora meglio di Vettel.