Fiat raggiunge il 53,5% di Chrysler

Continua la scalata dell'azienda torinese: Fiat è arrivata oggi al 53.5% del gruppo americano, versando la somma di 625 miliani di euro.

Fiat ha raggiunto il 53.5% del capitale di Chrysler. La nuova avanzata del gruppo torinese è stata possibile grazie all'acquisizione della partecipazione in Chrysler Group LLC, pari all'1.5% del capitale, per un corrispettivo di 125 milioni di dollari.

Oltre alla quota canadese, Fiat ha acquisito il 6% azionario detenuto in Chrysler dal Dipartimento del Tesoro statunitense versando la cifra di 500 milioni di dollari, come previsto dagli accordi firmati tra le parti ad inizio giugno.

In base a tali accordi, il Dipartimento del Tesoro Statunitense ha inoltre ceduto a Fiat tutti i diritti spettanti gli in forza dell'Equity Recapture Agreement, concluso nel giugno 2009 tra il Dipartimento del Tesoro americano e Veba, per una cifra di 75 milioni di dollari. Di tale importo, 15 milioni di dollari sono state versate nelle casse del Canada, rispettando cosi gli accordi presi.

Dopo le seguenti acquisizioni, Fiat è arrivata al 53.5% del capitale di Chrysler ma la scalata è destinata a continuare: a seguito della realizzazione degli obiettivi fissati entro la fine del 2011, l'azienda di Torino arriverà a detenere il 58.5% del capitale di Chrysler Group LLC.

Se vuoi aggiornamenti su FIAT RAGGIUNGE IL 53,5% DI CHRYSLER inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Simonluca Pini | 22 luglio 2011

Vedi anche

Mercato auto Europa in crescita del 6,5% nel 2016

Mercato auto Europa in crescita del 6,5% nel 2016

Il mercato europeo dell’auto continua la sua crescita, trainata da FCA che continua a salire con una velocità a due cifre.

Hyundai: immatricolazioni da record in Italia

Hyundai: immatricolazioni da record in Italia

La Casa coreana supera nel 2016 per la prima volta le 56mila vetture consegnate.

Gruppo FCA: 1 miliardo di dollari di investimenti in USA

Gruppo FCA: 1 miliardo di dollari di investimenti in USA

Scambio di ringraziamenti tra il Presidente eletto Donald Trump e Sergio Marchionne per gli investimenti del Gruppo FCA negli USA.