Porsche Boxster: prodotte 300.000 unità dal 1996

La Porsche Boxster e la variante chiusa Cayman raggiungono questo importante traguardo di vendite. Nel 2012 la nuova generazione.

Porsche Boxster: prodotte 300.000 unità dal 1996

di Stefano Triolo

24 giugno 2011

La Porsche Boxster e la variante chiusa Cayman raggiungono questo importante traguardo di vendite. Nel 2012 la nuova generazione.

òkj

A distanza di quindici anni dal lancio del primo modello, il mese di giugno 2011 potrà sicuramente essere considerato un momento storico per Porsche dal momento che è stato raggiunto il traguardo delle 300.000 unità per la Boxster e la “sorella” Cayman. L’esemplare che sancisce il record è una vettura grigio metallizzato con gli interni in pelle rossa ed è destinata a un cliente tedesco.

La produzione della Porsche Boxster è iniziata nell’estate del 1996, subito dopo la presentazione al Salone di Detroit del 1993 di una concept car ispirata a due modelli di punta della casa tedesca, la 356/1 e la 550 Spyder.

Inizialmente l’assemblaggio avviva esclusivamente nello stabilimento di Zuffenhausen ma, dato l’enorme successo della nuova roadster biposto, Porsche decise di raddoppiare le linee di montaggio, inaugurando un nuovo stabilimento presso il sito industriale di Valmet, in Finlandia.

Il modello 2012, prodotto esclusivamente negli impianti di Zuffenhausen, è atteso per il prossimo mese di gennaio, quando cioè farà il suo esordio ufficiale al Salone di Detroit 2012.

Secondo le indiscrezioni circolate in questi mesi, la piccola sportiva tedesca dovrebbe essere equipaggiata con propulsori a quattro o sei cilindri allo scopo di soddisfare le esigenze di guida di un pubblico molto più ampio e, soprattutto, dovrebbe essere leggermente più grande del modello attuale, migliorando il comfort dei passeggeri.