Chrysler: arriva il primo utile trimestrale dal 2009

Nel primo trimestre del 2011 in crescita utili e fatturato di Chrysler. Cresce anche la quota di mercato negli Stati Uniti e in Canada.

Chrysler: arriva il primo utile trimestrale dal 2009

di Andrea Barbieri Carones

02 maggio 2011

Nel primo trimestre del 2011 in crescita utili e fatturato di Chrysler. Cresce anche la quota di mercato negli Stati Uniti e in Canada.

Nei primi 3 mesi del 2011, Chrysler ha fatto registrare un utile netto di 116 milioni di dollari, che paragonato al rosso di 197 milioni relativo allo stesso periodo del 2010 risalta ancora di più di fronte agli occhi dell’opinione pubblica e degli investitori.

In aumento anche il fatturato, che è volato a 13,1 miliardi di dollari pari a un più 35% rispetto a 12 mesi fa. A trainare l’exploit ci sono soprattutto i 16 nuovi modelli commercializzati nel corso del 2011, che includono anche la Jeep Grand Cherokee e la Chrysler 300 ma che non comprendono la Fiat 500, la cui vendita in terra americana è partita ufficialmente nelle settimane scorse.

Se le cose dovessero proseguire su questi binari, sarà confermata la previsione che Sergio Marchionne ha fatto per l’anno in corso, che prevede un fatturato complessivo di 55 miliardi e un utile netto tra i 200 e i 500 milioni.

Un secondo trimestre altrettanto positivo spianerebbe la strada alla quotazione del brand Chrsyler a Wall Street, che potrebbe avvenire nella seconda parte del 2011 o all’inizio del 2012.

Positive anche le vendite, cresciute a livello mondiale del 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso: da 394.000 vetture, infatti, si è passati a 334.000, con una quota di mercato che negli Usa è passata dal 9,1 al 9,2% e in Canada dal 13,7 al 14,7%.

Le notizie provenienti da oltre Atlantico hanno fatto salire in Piazza Affari il titolo Fiat, che nel giro di qualche mese dovrebbe arrivare a possedere il 51% delle quote di Chrysler rispetto al 46 odierno.