Volkswagen: un 2010 da record per il Gruppo VAG

In casa Volkswagen aumentano consegne, ricavi e profitti. E le previsioni 2011 promettono anche meglio.

Audi A6 Model Year 2011

Altre foto »

I vertici del Gruppo Volkswagen hanno presentato i risultati finanziari del 2010 confermando le ottime performance che ci si aspettava. I ricavi sono aumentati del 20,6%, raggiungendo i 126,9 miliardi di euro (l'anno precedente erano 105,2 miliardi di euro). Dei 21,7 miliardi in più ben 19,8 vengono proprio dalla divisione automotive.

Se il reddito operativo consolidato ha toccato la cifra record di 7,1 miliardi cioè 5,3 in più rispetto al 2009, scendono i costi di produzione con un risparmio di 1,6 miliardi (persino oltre le stime iniziali di 1 miliardo).

In altre parole a Wolfsburg hanno i numeri dalla loro parte e puntano a compiere un ulteriore passo avanti nell'implementazione della Strategia 2018. "Questa è una prova sostanziale del vigore e della competitività del Gruppo. Abbiamo incrementato in modo significativo la redditività, il che dimostra che la decisione di perseguire la nostra politica di contenimento dei costi e degli investimenti era quella giusta", ha detto Martin Winterkorn, presidente del Consiglio di amministrazione del gruppo Volkswagen.

"I nostri nuovi modelli - prosegue - le tecnologie ecocompatibili e la strategia delle piattaforme modulari stanno ponendo le migliori basi per una crescita redditizia. Abbiamo le conoscenze tecnologiche, la necessaria forza finanziaria e il giusto team di lavoro. Questo, nel 2010, ci ha consentito di viaggiare in corsia di sorpasso dove, peraltro, intendiamo rimanere anche nel 2011".

Quanto ai mercati la regione dove la crescita è stata più evidente è l'area Asiatico-Pacifica, con la Cina in prima fila (+ 37,4% con quasi 2 milioni di veicoli venduti). Bene anche il Sud America con un +9,9% (908mila), e gli Stati Uniti (+20,9%, 360mila). Più contenuta invece la performance nel Vecchio continente (+3,1% con 3,6 milioni di veicoli) dove comunque si registrano i volumi maggiori. 

Come molti sanno il gruppo comprende diversi brand al suo interno. Quasi tutti i marchi in questione del hanno registrato un aumento delle unità vendute, dei ricavi e degli utili 2010. Da Volkswagen con le sue ottime performance in Russia, Cina e Usa (4,5 milioni di veicoli) ad Audi che ha ottenuto i maggiori profitti della sua storia, fino a Škoda. La casa ceca è cresciuta in Cina, Russia e India (763mila unità). Anche Bentley infine ha fatto la sua parte (+11% con 5.117 unità vendute).

E il 2011?  Le consegne globali, nei primi due mesi, sono aumentate del 17,5%, raggiungendo la quota di circa 1,2 milioni di veicoli. La strada quindi sembra essere già segnata. Obiettivo è portare il numero delle vendite a più di 10 milioni di veicoli entro il 2018. Un target ambizioso che vedrà nuovi investimenti e la creazione di 50mila nuovi posti di lavori in tutto il mondo.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Lorenzo Stracquadanio | 11 marzo 2011

Altro su Volkswagen

Overland 2017: 30.000 km con i Veicoli Commerciali Volkswagen
Aziendali

Overland 2017: 30.000 km con i Veicoli Commerciali Volkswagen

California Beach, Amarok e Transporter Kombi sono il "parco auto" Overland, che si avvale del software Visirun di controllo e gestione flotte.

Volkswagen Golf MY 2017: due weekend Porte Aperte
Ultimi arrivi

Volkswagen Golf MY 2017: due weekend Porte Aperte

Con il lancio di Golf e Golf Variant MY 2017, è possibile "toccare con mano" le novità multimediali di bordo. I prezzi di listino dell’intera gamma.

Volkswagen Polo: la sesta generazione al Salone di Francoforte
Anteprime

Volkswagen Polo: la sesta generazione al Salone di Francoforte

L’immagine e i contenuti tecnici della futura VW Polo iniziano a delinearsi: lo rivelano alcune fonti dal Web. Ecco un primo identikit di Polo Mk6.