Daimler e Rolls Royce insieme per i motori Tognum

Daimler e Rolls Royce Plc potrebbero acquisire congiuntamente la tedesca Tognum, produttrice di motori diesel, per 3,3 miliardi di euro.

I motori V6 e V8 Mercedes

Altre foto »

Vale 3,2 miliardi di euro Tognum, produttrice tedesca di motori diesel. Tanto hanno offerto Daimler e la britannica Rolls-Royce Group Plc (divisione specializzata nell'aerospaziale), con l'intenzione di costituire allo scopo una joint venture paritetica. 

Un'offerta congiunta sul totale del capitale che supera del 30% la quotazione dell'azienda alla chiusura di venerdì 4 marzo 2011, data dell'ultimo giorno di scambi prima che le due società manifestassero il proprio interesse all'acquisto.I due Gruppi dimostrano così di voler investire nello sviluppo di nuove motorizzazioni a combustione (in particolare a gasolio), parallelamente all'annunciata strategia di elettrificazione nel settore automobilistico.

Tognum è una società quotata alla Borsa di Francoforte, attiva nella produzione di motori, sistemi di propulsione e componentistica per var setori industriali tra i quali quello della Marina, dell'Energia e della Difesa.

Anche se l'operazione Daimler-Rolls Royce dovesse andare in porto gli attuali siti produttivi dovrebbero essere mantenuti. In realtà Daimler possiede già il 28,4% della società e la nuova compagnia includerà anche questa quota. In questo modo i due colossi europei metteranno le basi per la creazione di attore globale nel settore dei motori industriali di primaria importanza, in particolare nel settore aerospaziale.

Se vuoi aggiornamenti su DAIMLER E ROLLS ROYCE INSIEME PER I MOTORI TOGNUM inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Noemi Ricci | 09 marzo 2011

Vedi anche

Cina, Fca interrompe la produzione dei modelli Viaggio e Ottimo

Cina, Fca interrompe la produzione dei modelli Viaggio e Ottimo

Stop alla produzione di Fiat Viaggio e Ottimo, modelli di segmento C su pianale Giulietta nati dalla joint venture Fca–Gac: si punta tutto su Jeep?

Dieselgate: indagine francese sul Gruppo FCA

Dieselgate: indagine francese sul Gruppo FCA

Dopo la diffusione del primo lancio di agenzia Il titolo del Gruppo FCA ha registrato una calo del 3,8%.

Mercato Auto: a febbraio rallenta la crescita, bene FCA

Mercato Auto: a febbraio rallenta la crescita, bene FCA

Il mercato auto rallenta la sua crescita nel mese di febbraio, ma Italia e il Gruppo FCA continuano a macinare ottimi risultati.