BMW sfida la crisi, vendite record nel 2010

Nonostante la crisi economica mondiale, BMW ha fatto segnare ottime performance di vendita nel 2010, con un aumento del 13,6%.

BMW sfida la crisi, vendite record nel 2010

Tutto su: BMW

di Redazione

11 gennaio 2011

Nonostante la crisi economica mondiale, BMW ha fatto segnare ottime performance di vendita nel 2010, con un aumento del 13,6%.

BMW ha chiuso il 2010 con il segno positivo, non solo grazie al proprio brand, ma anche con i marchi controllati Mini e Rolls-Royce. Il Gruppo automobilistico bavarese ha venduto 1,46 milioni di automobili, registrando il 13,6% in più rispetto al 2009, quando BMW vendette 1,29 milioni di automobili. Il merito di questo risultato va principalmente al mercato cinese, dove sono state vendute 168.998 vetture, pari all’86,7% in più.

Il brand BMW, grazie ai nuovi modelli Serie 5, X1 e X3, ha totalizzato 1,22 milioni di immatricolazioni, mentre il brand Mini ha piazzato 234.175 vetture, registrando l’8,1% in più grazie al successo della Mini Countryman. Tuttavia, le migliori performance sono state registrate dal brand Rolls-Royce: 2.711 unità vendute e +171%, grazie al nuovo modello “entry level” Ghost.

Il mercato principale resta la Germania con 266.009 vetture dove ha fatto registrare il +3,1% nelle vendite. Al secondo posto c’è il mercato USA, poco lontano con 265.757 immatricolazioni e un risultato pari al 9,9% in più. I dati di vendita di BMW sono stati diramati dal manager Ian Robertson, il quale ha dichiarato anche che il Gruppo automobilistico bavarese ha già quest’anno l’obiettivo di superare quota 1,5 milioni nelle vendite.[!BANNER]