Veicoli commerciali: ma quale crisi?

Secondo i dati Acea sul mercato europeo il settore ha registrato 152.717 nuove unità nel mese di ottobre, in crescita del 12%

Iveco Stralis: foto interni ed esterni

Altre foto »

Mentre tutti gli altri soffrono con segnali di flessione a doppia cifra, c'è un settore che se la passa decisamente meglio. È quello dei veicoli commerciali che secondo gli ultimi numeri diffusi dall'Acea, l'associazione dei costruttori automobiistici europei, ha registrato nel mese di ottobre una crescita del 12% nelle immatricolazioni, con 152.717 unità vendute.

Il settore dei veicoli commerciali per aziende e imprese in altre parole conferma nel vecchio continente le sue performance a segno positivo, cominciate già nello scorso mese di marzo con tutti i diversi segmenti in crescita, ad eccezione di quello degli autobus.

I veicoli commerciali leggeri in particolare (cioè con peso inferiore a 3,5 tonnellate) sono cresciuti del 7,4% a 125.914 unità in ottobre e dell'8,5% sull'intero anno a quota 1.224.023. A fare la parte del leone però è il segmento dei mezzi pesanti (oltre 16 tonnellate di peso) che ha registrato in ottobre 16.628 nuove immatricolazioni con una crescita eccezionale del 53,7%.

Molto bene anche i veicoli commerciali di medie dimensioni (fra 3,5 e 16 tonnellate) che hanno chiuso a quota 24.328 unità, in aumento del 47,7%. In controtendenza infine il comparto degli autobus che ha archiviato una flessione in ottobre del 5,8% (2.475 unità).

Se vuoi aggiornamenti su VEICOLI COMMERCIALI: MA QUALE CRISI? inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Lorenzo Stracquadanio | 26 novembre 2010

Vedi anche

Suzuki: raggiunta quota tre milioni nello stabilimento di Esztergom

Suzuki: raggiunta quota tre milioni nello stabilimento di Esztergom

Magyar Suzuki Corporation, inaugurata nel 1991, celebra la Suzuki "numero tre milioni": è una S-Cross. Esportazioni in più di cento Paesi.

Mercato auto: l’Europa cresce a doppia cifra

Mercato auto: l’Europa cresce a doppia cifra

Marzo 2017 con il segno più: l’immatricolato cresce del 10,9% nei Paesi UE e del 18,2% in Italia. Fca è al quinto posto nella top ten europea.

Tesla in Borsa supera anche General Motors

Tesla in Borsa supera anche General Motors

Dopo il clamoroso sorpasso della scorsa settimana su Ford, il titolo Tesla supera anche un altro colosso quale General Motors.