Mercato auto: l’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi raggiunge la leadership mondiale

Oltre 10.61 milioni di autoveicoli venduti in tutto il mondo per l’Alliance, che di fatto supera il Gruppo VAG. Le strategie chiave a medio termine.

Mercato auto: l’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi raggiunge la leadership mondiale

Tutto su: Mitsubishi, Nissan, Renault

di Francesco Giorgi

31 gennaio 2018

L’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi conferma gli obiettivi di espansione anticipati nei mesi scorsi: in queste ore, il consuntivo delle vendite globali per il 2017 segnala l’”Alliance” al primo posto fra i costruttori di autovetture e veicoli commerciali leggeri (il computo non considera il mercato Truck & Bus).

Nel dettaglio, Renault-Nissan-Mitsubishi (e relativi “brand” che fanno parte di ciascun Gruppo: Renault, Nissan, Mitsubishi Motors, Dacia, Renault Samsung Motors, Alpine, Lada, Infiniti, Venucia e Datsun) hanno totalizzato 10.608.366 veicoli venduti nel mondo; un quantitativo che, dunque, supera i 10.413.455 veicoli venduti nel 2017 dal Gruppo VAG (Volkswagen, Audi, Seat, Skoda, Porsche, Bentley, Lamborghini, Bugatti), e pone al terzo posto il colosso giapponese Toyota (Toyota, Lexus, Hino, Daihatsu), che l’anno scorso ha totalizzato 10.163.801 veicoli venduti.

Rispetto al Gruppo Volkswagen, tuttavia, Renault-Nissan-Mitsubishi hanno fatto registrare una percentuale di crescita superiore: 6,5% sul 2016 “contro” 3,9%. A titolo di cronaca e di paragone, riprendendo una news pubblicata nelle scorse settimane, indichiamo che la quarta posizione viene occupata da Hyundai-Kia, con 7.280.054 autoveicoli venduti ed un saldo negativo dell’8,3%; al quarto e al quinto posto ci sono General Motors e Ford, che hanno chiuso il 2017 con, rispettivamente, +0,5% e -1,4% in rapporto al 2016; segue Honda con 5.259.185 veicoli venduti, +8,3% sul 2016. La “top ten” mondiale si completa con FCA-Fiat Chrysler Automobiles che ha concluso il 2017 a quota 4.863.291 e +1,8%, PSA Groupe con .161.389 auto e -2,7%, e Suzuki con 3.148.930 auto e +11,1%.

Il “treno dell’alleanza” a tre fra Renault, Nissan e Mitsubishi viene trainato da Nissan, con 5.816.278 veicoli nel mondo, pari ad un incremento del 4,6% rispetto al 2016 e due importanti segni positivi: +1,9% negli USA e +12,2% in Cina. Da notare il +7% fatto segnare dal marchio luxury Infiniti (246.492 veicoli venduti).

Per Renault, dal canto suo, il 2017 ha rappresentato un’annata-record: il consuntivo della Marque à Losange (compresa Dacia) parla di una crescita globale dell’8,5% in rapporto al 2016, e un totale di 3.761.634 veicoli venduti.

Per la neo-acquisita Mitsubishi, infine, le vendite sono cresciute del 10% rispetto al 2016, raggiungendo 1.030.454 veicoli. Il marchio ha fatto segnare ottime performance nella regione ASEAN (+17%, anche in virtù del debutto in Indonesia del SUV monovolume Xpander) e in Giappone, dove si segnala un “boost” della domanda di Kei Car e le vendite sono cresciute del 7%

Riguardo alla penetrazione nei mercati, l’Alliance possiede la più elevata incidenza in Russia (36,1%), seguita da Francia (29,8%) e Messico (27,0%). Al quarto posto c’è l’Italia (13,6%), seguono Giappone (13,2%), Brasile (12,3%), Regno Unito (10,6%), USA (9,8%), Germania (9,4%) e Cina (6,2%): quest’ultimo – che, inoltre, assume un ruolo chiave per il piano “Drive for GrowthMitsubishi – è, in termini assoluti, il Paese con il più elevato quantitativo di autoveicoli venduti da parte dei tre “brand” che costituiscono l’alleanza: 1.719,815 autoveicoli sono stati venduti nella “Terra di Mezzo”; in seconda posizione ci sono gli Stati Uniti d’America (1.697.149), con la Francia (759.598) che completa il podio. La “top ten” delle vendite Renault-Nissan-Mitsubishi vede, al quarto posto, il Giappone, seguito da Russia (578.082), Messico (412.029), Germania (349.376), Regno Unito (309.172), Italia (293.362) e Brasile (267.835).

L’analisi marchio per marchio vede, per il Gruppo Renault (escluso il quadriciclo elettrico Renault Twizy), la Francia al primo posto (673.852 unità vendute nel 2017), davanti a Russia (448.270), Germania (228.046), Italia (215.901), Spagna (185.760), Turchia (178.646), Brasile (167.147), Iran (162.079), Regno Unito (115.262) e Argentina (115.243).

Per Nissan, la classifica delle dieci migliori performance di mercato viene guidata dagli Stati Uniti, nei quali il marchio giapponese ha venduto nel 2017 1.593.464 autoveicoli; seguono, nell’ordine, Cina (1.519.714 unità compresa la produzione locale Venucia, marchio che fa parte di Dongfeng), Giappone (590.905), Messico (366.544), Regno Unito (167.379), Canada (146.677), Russia (107.168, Kazakistan compreso), Francia (81.293), Brasile (78.823) e Germania (76.133).

Il consuntivo del venduto 2017 per Mitsubishi registra la Cina in prima posizione (129.160 autoveicoli); seguono Stati Uniti (103.685), Giappone (91.630), Australia (80.674), Indonesia (79.885), Filippine (71.097), Thailandia (69.737), Germania (45.197), Regno Unito (26.531) ed Emirati Arabi Uniti (24.497).

L’analisi delle vendite relative ai veicoli elettrici – uno dei comparti chiave per la nuova mobilità sostenibile, e al quale i big player automotive guardano con strategie a medio termine rivolte ad una via via maggiore presenza di nuovi modelli elettrificati – indica che l’”Alliance”, con 540.623 unità vendute a livello aggregato dal lancio di Nissan Leaf (2010), conserva la leadership delle vendite per autovetture e veicoli commerciali leggeri al 100% elettrici. Più di 300.000 esemplari della bestseller Leaf sono stati venduti in sette anni; ed è imminente il debutto sul mercato della nuova generazione, per la quale Nissan comunica di avere già ricevuto oltre 40.000 ordini, di cui 13.000 in Giappone, 13.000 prenotazioni negli Stati Uniti e più di 12.000 ordini in Europa. Da segnalare, inoltre, il recente aggiornamento del veicolo commerciale leggero e-NV200, che porta in dote una nuova batteria e 100 km in più di autonomia.

Renault, che con il programma “Drive the Future” annunciato lo scorso ottobre punta al lancio di nuovi modelli a zero emissioni ed elettrificati, il consolidamento globale delle vendite e ricavi annui da 70 miliardi all’anno, conserva per il terzo anno consecutivo il primo posto nelle vendite di veicoli elettrici in Europa (nella quale ZOE ha conosciuto un aumento del 44% in termini di vendite), dove la quota di mercato è cresciuta del 38% rispetto al 2016 e ha raggiunto il 23,8%. Nel dettaglio, sono più di 150.000 i veicoli a zero emissioni Renault venduti nel mondo (fra cui Renault ZOE, Kangoo Z.E., Fluence Z.E. e SM3 Z.E. ai quali si aggiunge il nuovo Master Z.E. che completa la lineup di veicoli commerciali leggeri a propulsione elettrica già composta da Twizy Cargo, ZOE Van, Kangoo Z.E. e Master Z.E.).