Audi: operazione di richiamo per 127mila veicoli diesel

L’autorità dei trasporti tedesca ha imposto alla Casa dei Quattro anelli un maxi richiamo a causa di un sospetto uso di un software illegale.

Audi: operazione di richiamo per 127mila veicoli diesel

Tutto su: Audi

di Francesco Donnici

23 gennaio 2018

Sul Gruppo Volkswagen torna ad aleggiare lo spettro dello scandalo emissioni conosciuto con il nome di dieselgate: l’autorità dei trasporti tedesca KBA ha imposto ad Audi un maxi richiamo che coinvolgerà ben 127mila automobili diesel euro 6. L’operazione di richiamo, che riguarda solo i modelli distribuiti sul mercato tedesco, è nata a causa del sospetto relativo al possibile uso di un software illegale capace di manipolare le emissioni delle vetture coinvolte.

Dal canto suo, la Casa dei Quattro Anelli si è immediatamente difesa dichiarando che i modelli interessati sono stati inclusi in una più ampia campagna di richiamo annunciata lo scorso luglio che coinvolge un lotto di ben 850mila unità equipaggiati con i propulsori diesel V6 e V8. I modelli che saranno oggetto del richiamo sono: A4, A5, A6, A7, A8, Q5 e Q7.

Audi si è quindi impegnata a rivedere completamente il software incriminato per poi sottoporlo ad un controllo finale della KBA. Infine, la Casa di Ingolstadt dovrà inoltre comunicare entro il 2 febbraio alle autorità tedesche  quali saranno gli interventi che verranno effettuati al software.