Bmw: l’utile vola grazie a Cina e Usa

Nel terzo trimestre 2010 gli utili produttivi Bmw superano le aspettative degli analisti

Bmw: l'utile vola grazie a Cina e Usa

di Redazione

03 novembre 2010

Nel terzo trimestre 2010 gli utili produttivi Bmw superano le aspettative degli analisti

La Casa di Monaco chiude il terzo trimestre 2010 con un utile netto di 874 milioni di euro, superando quindi le stime al rialzo degli analisti, che prospettavano utili pari a 791 milioni di euro e in netta crescita rispetto agli utili registrati nello stesso periodo del 2009 pari a 78 milioni di euro. Anche le entrate sono in crescita di oltre un terzo da 11,76 miliardi di euro sono passate a 15,94 miliardi di euro.

Per il quarto trimestre Bmw si aspetta di aumentare le vendite del +10% e balzare a oltre 1,4 milioni di veicoli venduti e per la fine del 2010. Il Gruppo vuole inoltre raggiungere un reddito operativo aziendale pari al 7% maggiore al 5% stimato lo scorso agosto. Lo stesso presidente Norbert Reithofer ha annunciato molto soddisfatto il risultato ottenuto e rimane fiducioso di raggiungere gli obiettivi di redditività che la Casa si impone per il 2012.[!BANNER]

I positivi risultati del gruppo Bmw sono stati ottenuti in parte grazie ad un’efficace penetrazione nel mercato cinese dove sono raddoppiate le vendite con 90.000 unità totali e negli Stati Uniti con un +12,6% globale, nonostante in questi mercati Bmw abbia avuto non pochi problemi  con alcune campagne di richiamo su vetture difettose.