Mercato auto in Italia: crescita dell’8,1% nel mese di settembre

Ottimo risultato per Nissan e Seat, ma a spingere le immatricolazioni sono le società e i noleggi.

Mercato auto in Italia: crescita dell'8,1% nel mese di settembre

di Francesco Donnici

03 ottobre 2017

Anche il mese appena trascorso porta in dote nel mercato auto italiano un altro segno positivo: a settembre la crescita è stata infatti pari all’8,1% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, raggiungendo così quota 155.956 immatricolazioni. Analizzando i primi 9 mesi dell’anno scopriamo che la crescita ha raggiunto il 9% rispetto al 2016, inoltre ad eccezione di maggio 2014 e aprile 2017, l’andamento risulta positivo per ben 46 mesi consecutivi, sottolineando in questo modo che la ripresa è ormai una realtà consolidata.

Il Gruppo FCA festeggia con ben 47.268 nuove auto distribuite, ovvero un +5,02% rispetto allo scorso anno, mentre la quota di mercato rimane stabile al 29,17% per i primi 9 mesi del 2017. Tra i singoli brand, Fiat guadagna un +2,71%, Alfa Romeo +13,89% e Jeep raggiunge un +44,23% grazie alle vendite della nuova Compass, inoltre la quota di mercato è passata da 2,33% del settembre dello scorso anno al 3,11% di quello appena trascorso. La Ferrari spicca con un +81,25%, mentre Lancia scende del 12,55% e Maserati crolla del 25,72%.

Grande ottimismo anche in Germania dove troviamo molti segni positivi, a partire dal Gruppo Volskwagen che segna un +13,91% e 28.827 immatricolazioni. Tra i brand del Gruppo di Wolfsburg  troviamo tutti segni positivi: Volkswagen + 7,10%, Skoda +12,82%, Seat +60%, Lamborghini +20% e Audi +22,85%.

Positivo anche per Daimler (8.072 unità, +2,44%) con Mercedes che segna un +7,10% e compensa il calo di  Smart (-7,45%). Il Gruppo BMW si ferma a 8.279 unità e registra a settembre +1,87% (Bmw +1,21 e +3,38 Mini). I Francesi si godono il momento positivo con il Gruppo PSA +14,80% e 14.617 immatricolazioni (Peugeot +12,22% e Citroen +20,40%). Il Gruppo Renault sfoggia un +22,35%, con il brand del Rombo che segna 10.987 immatricolazioni e Dacia 3.524. Infine, Opel risulta stabile a +0,86%, Ford un leggero calo pari a 1,02% ed infine spicca il -20,90 del Gruppo Jaguar Land Rover.

Tra i Costruttori asiatici segnaliamo Nissan che continua la sua vigorosa ascesa segnando a settembre un +54,45%, il Gruppo Toyota porta a casa 7.452 unità immatricolate ed un +7,67%, con il brand Toyota che forte di un +8,42%, mentre Lexus è in calo dell’1,33%. Brutte notizie anche per Kia  (-10,23%), Hyundai invece si ferma ad un +5,15, invece Suzuki può contare su un + 33,17%. La crescita viene spinta dalle immatricolazioni delle società (+24,3%) e dal noleggio (+26,8%), mentre i privati calano del 3,9%.