GM, vendite auto: Toyota è col fiato sul collo

Dopo aver perso lo scettro di primo costruttore al mondo nei confronti di Toyota, General Motors si sta nuovamente avvicinando al vertice

Il 2007 è stato uno degli anni peggiori per gli americani: nulla a che fare con le guerre in Iraq e in Afghanistan né col fatto che il dollaro perdeva terreno nei confronti dell'euro.

Il duro colpo, infatti, veniva dal fatto che Toyota scalzava General Motors al vertice della classifica mondiale delle vendite di auto. Ma nulla è perduto: dopo la bancarotta e il salvataggio pubblico, il colosso del Michigan si sta avvicinando ai livelli di vendita della Casa nipponica, mancando il vertice per appena 14.000 auto.

La cifra, riferita al primo semestre del 2010, è davvero esigua se si pensa che il gruppo Toyota ha venduto in quel periodo ben 4,16 milioni di auto, con un incremento del 16,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Intanto, voci di corridoio dicono che la prossima quotazione in Borsa di General Motors potrebbe portare molti investitori di Ford a passare a Gm, ritenuta forse più redditizia. Da Casa Ford, comunque, non giungono comunque segnali di preoccupazione.

Se vuoi aggiornamenti su GM, VENDITE AUTO: TOYOTA È COL FIATO SUL COLLO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 25 agosto 2010

Vedi anche

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Ad Oxford si celebra la Mini 3.000.000: è una Clubman John Cooper Works; dal 2001, la capacità produttiva è salita a 1.000 unità al giorno.

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

La Giulia tra le 7 finaliste del prestigioso concorso.

Alfa Romeo: 1.800 nuove assunzioni entro il 2018

Alfa Romeo: 1.800 nuove assunzioni entro il 2018

Il Gruppo FCA ha annunciato 1.800 nuovi posti di lavoro nello stabilimento di Cassino per la produzione della Stelvio.