Fisker: 20 milioni USD e la fabbrica GM è sua

La Casa automobilistica perfeziona l’acquisto dell’impianto di 300.000 mq dove verranno prodotte le vetture elettriche della piattaforma Nina

Fisker: 20 milioni USD e la fabbrica GM è sua

di Lorenzo Stracquadanio

22 luglio 2010

La Casa automobilistica perfeziona l’acquisto dell’impianto di 300.000 mq dove verranno prodotte le vetture elettriche della piattaforma Nina

La casa costruttrice americana Fisker Automotive ha perfezionato l’acquisto della ex fabbrica General Motors dove inizierà la produzione delle sue auto elettriche plug-in. La società californiana ha infatti preso possesso dei 300.000 mq dello stabilimento di Wilmington nel Delaware, acquistato dalla Motors Liquidation Company (società costituita dal gruppo GM per la procedura fallimentare) per la cifra di 20 milioni di dollari.

L’operazione di compravendita è stata effettuata grazie alle risorse pubbliche di 528,7 milioni di dollari che il Department of Energy ha stanziato per sostenere lo sviluppo di Fisker. Nella struttura sarà assemblata la Nina, seconda piattaforma di veicoli elettrici plug-in con cui il marchio a stelle e strisce garantirà 2.000 posti di lavoro. [!BANNER]

“È un passo importante che consentirà agli Stati Uniti di risollevare la propria industria automobilistica con nuovi posti di lavoro e la prospettiva di esportare nel mercato globale la metà della produzione”, ha commentato Bernhard Köhler Chief operating officer di Fisker.

Prima dell’acquisizione lo storico stabilimento di Wilmington, fondato nel 1947, ha prodotto più di 8,5 milioni di automobili sotto la guida di General Motors.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...