Toyota “vola” nonostante i richiami

I dati su vendite e produzione resi noti da Toyota mostrano un incremento a 2 cifre percentuali, sia a livello di gruppo che a livello di brand

Toyota "vola" nonostante i richiami

Tutto su: Toyota

di Andrea Barbieri Carones

31 maggio 2010

I dati su vendite e produzione resi noti da Toyota mostrano un incremento a 2 cifre percentuali, sia a livello di gruppo che a livello di brand

Si fa più realistica la possibilità che Toyota chiuda il 2010 con 800.000 veicoli venduti in Cina: i dati resi noti dall’azienda, infatti, parlano di 242.000 unità nel primo quadrimestre, cifra destinata a crescere di mese in mese soprattutto dopo che sarà introdotta la Camry ibrida e il van Alphard.

Anche nella madrepatria i numeri danno ragione a coloro che affermavano che i mega richiami di milioni di veicoli in tutto il mondo non avrebbero intaccato la crescita della Casa: se a livello di gruppo la produzione in Giappone nei primi 4 mesi del 2010 è stata di 1,44 milioni di unità con un incremento del 56,7%, osservando solo il marchio Toyota si scopre che questo balzo in avanti è addirittura del 78,8%, contro un calo del brand Daihatsu del 4,7%. Certo, gli aumenti del venduto non hanno seguito di pari passo anche se siamo a un +33,6% a livello di gruppo e a più 49,9% calcolando solo Toyota, mentre Daihatsu segna un più 4,4%.[!BANNER]

Dal Giappone al resto del mondo: da gennaio ad aprile la crescita globale della produzione è stata del 62,8% rispetto allo stesso periodo del 2009, con Toyota che chiude a più 74,4% e Daihatsu che scende dello 0,3%. Da record anche le esportazioni: più 87,4% a livello di gruppo, più 89,6% per Toyota e più 30,9% per Daihatsu.