Dacia Duster: 2WD sì, ma full optional

In una settimana la Suv low cost ha fatto registrare un boom di ordini. La versione preferita è la Duster Lauréate 1.5 dCi 4×2 da 16.000 euro

Dacia Duster: 2WD sì, ma full optional

di Andrea Tomelleri

17 maggio 2010

In una settimana la Suv low cost ha fatto registrare un boom di ordini. La versione preferita è la Duster Lauréate 1.5 dCi 4×2 da 16.000 euro

Il prevedibile successo commerciale della Dacia Duster è arrivato dopo solo una settimana di commercializzazione. Dal lancio ufficiale l’8 e 9 maggio scorsi, la Suv low cost ha infatti raccolto già 1.800 ordini, di cui 600 firmati nel solo week end del “porte aperte”. Ben 33.000 visitatori sono entrati in una concessionaria Dacia (o più spesso Renault) per vedere il prodotto e 4.300 hanno effettuato il test drive.

La versione più apprezzata dai clienti italiani è risultata l’allestimento top di gamma Lauréate. Tra le motorizzazioni, l’alimentazione diesel è stata scelta dal 63% degli acquirenti mentre il 70% ha dimostrato di preferire la trazione anteriore 4×2, apprezzandone il suo carattere economico ed ecologico, soprattutto nell’uso cittadino.[!BANNER]

“Gli eccellenti risultati ottenuti da Duster in soli 7 giorni – ha affermato Jacques Bousquet, Presidente Renault Italia – sono la conferma del successo della gamma Dacia in Italia e dimostrano come la notorietà di cui gode oggi nel nostro Paese la marca Dacia sia in costante crescita. Il fenomeno del low-cost, di cui Logan e Sandero sono state pioniere nel mercato dell’auto, è oggi più che mai una realtà concreta”.

L’intera gamma Dacia sta ottenendo risultati incoraggianti con una crescita del 12% ad aprile rispetto al mese precedente (in controtendenza rispetto al calo del 23% registrato dal mercato) e una quota di mercato salita all’1,22%.