Usa: Chrysler fa volare Fiat con un bel +25%

Continua l’incremento di vendite di Chrysler, che ad aprile (mercato Usa) ha fatto segnare un più 25% sullo stesso mese del 2009

Usa: Chrysler fa volare Fiat con un bel +25%

Tutto su: Chrysler

di Andrea Barbieri Carones

05 maggio 2010

Continua l’incremento di vendite di Chrysler, che ad aprile (mercato Usa) ha fatto segnare un più 25% sullo stesso mese del 2009

Favore ricambiato: dopo che Fiat aveva acquisito il controllo di Chrysler, dandole ossigeno e un piano industriale forte, ecco che il marchio americano chiude il mese di aprile con un incremento del 25% nelle vendite rispetto a 12 mesi prima, fino a raggiungere le 95.703 auto. Si tratta del maggiore aumento registrato dalla società in quasi 5 anni e l’ennesimo rialzo “mese su mese” iniziato nei primi mesi di quest’anno e proseguito anche in aprile, con vendite superiori del 3% rispetto a marzo. In crescita anche la quota di mercato negli Usa, che ha raggiunto il 9,7%. Al primo posto sempre General Motors (18,7%), seguita da Ford (17%), Toyota (16%) e Honda (11,6%).

Ancora meglio è andata a Chrysler Canada, che ad aprile ha registrato il suo miglior risultato dal giugno 2008 grazie ad un incremento delle vendite del 35% rispetto allo stesso mese del 2009, pari a 20.630 unità vendute. Considerando il primo quadrimestre, le vendite si sono attestate a 66.085 auto con un aumento del 21% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno.[!BANNER]

A livello generale, le vendite di auto negli Stati Uniti si sono confermate in salute, visto che le 982.000 nuove immatricolazioni del mese di aprile rappresentano un più 20% rispetto a 12 mesi fa. Di questo passo, il 2010 si potrebbe chiudere con 11,2 milioni di vendite, in ripresa rispetto alla forte crisi del 2009.

Nel frattempo, però, sul gruppo Chrysler si sono addensate delle nubi: la National Highway Traffic Safety Administration, l’autorità americana di supervisione sulla sicurezza stradale, ha avviato un’indagine su possibili problemi al pedale dell’acceleratore di alcuni modelli Dodge Caliber 2007, azienda del gruppo facente capo a Fiat.  Si dovrebbe trattare di un problema meccanico riguardante 10.000 unità vendute oltreatlantico nel 2006.