Toyota e Lexus: estesa la formula Pay per Drive

Il Gruppo giapponese ha deciso di estendere la nuova formula di pagamento sulla quasi totalità dei modelli firmati Toyota e Lexus.

Dopo il successo riscontrato nel corso dei primi mesi di commercializzazione della nuova Toyota Aygo, Il Gruppo Toyota ha deciso si estendere la nuova formula di pagamento Pay per Drive su quasi tutti i modelli appartenenti alla gamma Toyota e sull'intera offerta dei modelli Lexus. Il successo dell'operazione è stato praticamente immediato se si pensa che dopo solo un mese dall'estensione del servizio, una Toyota Aygo su quattro e oltre il 10% di Yaris, Auris e Lexus CT Hybrid sono state acquistate utilizzando questa nuova formula di pagamento.

Il successo di Pay per Drive deriva da una serie di allettanti servizi garantiti al cliente, tra cui l'accessibilità offerta da una rata bassa: ad esempio Toyota Aygo può essere acquistata da 100 euro al mese, la Yaris a partire da 150 euro al mese con 4 anni di manutenzione e garanzia inclusi e la Lexus CT Hybrid da 200 euro al mese con 4 anni di manutenzione e garanzia inclusi. Aggiungendo un costo minimo alla rata, il cliente può usufruire di servizi opzionali come ad esempio la polizza assicurativa I&F, oppure arricchire la dotazione di accessori con nuovi optional e o scegliere direttamente un allestimento superiore.

Per accedere a questa nuova formula di pagamento basta versare un anticipo minimo (a partire dal 20%, variabile a seconda del modello), mentre la durata di 48 mesi risulta fissa, con un TAN al 4,90%. Alla fine del pagamento di tutte le rate, il cliente potrà decidere di restituire l'auto senza saldare l'importo finale, può tenerla, oppure sostituirla con una nuova.

Se vuoi aggiornamenti su TOYOTA E LEXUS: ESTESA LA FORMULA PAY PER DRIVE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 13 febbraio 2015

Vedi anche

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?

Una news dal Web riporta che fra i piani a medio termine, da parte di Stoccarda, potrebbe esserci la produzione di auto elettriche in Cina.

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Ad Oxford si celebra la Mini 3.000.000: è una Clubman John Cooper Works; dal 2001, la capacità produttiva è salita a 1.000 unità al giorno.

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

La Giulia tra le 7 finaliste del prestigioso concorso.