Ford, Mazda e Changan interrompono la joint venture

Dal 2012 si interrompe l’accordo tra i 3 costruttori, che continuerà sotto altre forme: Changan produrrà con Ford e Mazda in maniera separata

Ford, Mazda e Changan interrompono la joint venture

di Andrea Barbieri Carones

20 gennaio 2010

Dal 2012 si interrompe l’accordo tra i 3 costruttori, che continuerà sotto altre forme: Changan produrrà con Ford e Mazda in maniera separata

Mazda, FordChangan Automobile, il costruttore cinese con sede a Chongqing, hanno sottoscritto un accordo preliminare volto a dividere la propria joint venture in 2 entità diverse a decorrere dal 2012. La notizia viene dalla Borsa di Tokyo, dove le 3 aziende sono quotate.

In particolare, Mazda e Changan gestiranno in maniera paritetica lo stabilimento di Nanchino mentre Ford e Changan guideranno con una joint venture l’altro plant situato a Chongquing, nel centro del Paese.

Un portavoce Ford ha detto che ciascuno dei 3 partner ha come obbiettivo di ottimizzare la propria produzione e i propri servizi, per soddisfare le esigenze di un mercato, quello cinese, in costante crescita.[!BANNER]

L’azienda americana, poi, sta rivedendo tutta la propria politica commerciale in Asia dal momento che la vendita di Volvo ai cinesi di Geely è ormai fatta e dato che la partecipazione in Mazda è scesa al 13%.

La joint venture in via di scioglimento vedeva Ford detenere il 35% Changan il 50 e Mazda il 15. La produzione era costituita per il 70% di veicoli col brand Ford e da numerose auto col marchio Volvo destinate al mercato cinese. 

Dal canto suo Mazda, che desidera ampliare le proprie vendite in Cina che già nel 2009 sono aumentate del 40% fino a raggiungere quota 180.000 unità, ritiene che questa joint venture costituisca un vincolo troppo forte che impedisce libertà d’azione. Resta invece intatta la produzione congiunta che il costruttore con sede a Hiroshima ha negli Stati Uniti e in Tailandia con Ford.