Geely sbarca in Usa grazie a Volvo

Tutto è pronto per lo sbarco delle auto cinesi nel mercato d’oltreoceano. L’unica incognita è la qualità dei prodotti. Ma gli americani si fidano

Geely sbarca in Usa grazie a Volvo

Tutto su: Volvo

di Andrea Barbieri Carones

07 gennaio 2010

Tutto è pronto per lo sbarco delle auto cinesi nel mercato d’oltreoceano. L’unica incognita è la qualità dei prodotti. Ma gli americani si fidano

Geely in Usa grazie a Volvo

Dopo i ristoranti e le t-shirt potrebbe essere la volta delle auto. L‘acquisto della Volvo da parte del costruttore cinese Geely dovrebbe infatti sancire l’ingresso dell’azienda dell’Estremo Oriente in territorio statunitense. Il marchio svedese, infatti, ha trovato da anni una sua collocazione tra gli automobilisti d’oltreoceano.

Anche se ancora non è dato sapere come saranno i prodotti scandinavo-cinesi (due mentalità e stili di vita, fra l’altro, molto diversi), si sa che i concessionari Volvo si sono detti pronti ad affrontare i cambiamenti. Intanto, naturalmente, bisogna aspettare che Ford (proprietaria di Volvo) e Geely firmino un accordo definitivo, cosa che avverrà tra 2 o 3 mesi al massimo. Poi seguirà l’effettivo passaggio di consegne tra i due management, che avverrà in primavera inoltrata. Quindi gli americani potranno circolare con prodotti cinesi con la certezza (che prima macava con le auto cinesi) di accomodarsi su un veicolo di qualità con elevati standard di sicurezza e, magari, con prezzi più asiatici che europei. Convenienti insomma.[!BANNER]

“Sono pronto a tutto” ha detto un concessionario Volvo della Florida. “Con Geely dovremmo poter coprire anche quelle nicchie di mercato che Volvo non raggiungeva“. “Sono pronto a ogni cambiamento” gli ha fatto eco un collega del North Carolina. “L’importante è che Geely offra a noi concessionari un contratto di franchising“. E la cosa, non è da poco.